Nutrizione Diete

Cosa è bene sapere prima di acquistare un termogenico

Cosa è bene sapere prima di acquistare un termogenico

di in Nutrizione - Diete

ultima modifica: 04 luglio 2018


Cos'è un termogenico e quale dei milioni disponibili attualmente in commercio fa al caso nostro? C'è da chiarire in prima analisi di quale tipologia di sostanza parliamo e l'obiettivo per il quale si ricorra all'utilizzo di un termogenico.

Cos’è un termogenico e quale dei milioni disponibili attualmente in commercio fa al caso nostro?
C’è da chiarire in prima analisi di quale tipologia di sostanza parliamo e l’obiettivo per il quale si ricorra all’utilizzo di un termogenico. Da sempre, sia uomini che donne, si trovano a combattere contro gli accumuli indesiderati di adipe e a voler trovare le più strane metodologie per eliminarli senza dover fare troppi sacrifici in campo alimentare, credendo che basti assumere una pillola a base di stimolanti per risolvere il problema.

Le fondamenta di un dimagrimento duraturo

Purtroppo, e non è la solita retorica, si tratta di qualcosa che va oltre la mera assunzione di una capsula miracolosa. La dieta è alla base della piramide, il cui apice è il dimagrimento duraturo. Prima di tutto bisogna costruirsi un'alimentazione che sia studiata su sé stessi, non solo in termini di dispendio calorico e intolleranze alimentari, ma anche in base ai gusti e a quelle piccole gratificazioni che è bene conservare, considerando  anche lo stile di vita che si conduce e quindi la quantità di attività fisica che stiamo praticando.
Diete ipocaloriche, iperproteiche, diete dove si mangiano chili e chili di frutta pensando che la glicemia non venga intaccata, diete dei digiuni prolungati senza però alcun senso logico. A tutto ciò spesso si associano protocolli di integrazione senza cognizione di causa, solamente sulla base (sempre la stessa da  quando  nasceva il fitness delle prime lezioni di aerobica in TV) del perdere grasso.
Non si pensa mai che dovremmo incrementare la percentuale di massa magra, ma si parte sempre da ciò che va tolto e che, senza dubbio a livello estetico e di salute, rappresenta un nemico, tuttavia siamo davvero in grado di utilizzare tutta quell’integrazione che coadiuva il processo di ossidazione dei grassi?
La domanda più comune a cui mi sono trovata sovente a rispondere è: “..., ma questi termogenici funzionano, oppure no?". La risposta al quesito è certamente affermativa, ma tutto si basa sull’applicazione di un metodo che considera, oltre alla tipologia di allenamento e alimentazione, la composizione del prodotto stesso.

Gli integratori che favoriscono la perdita di peso

Il mercato mondiale dell’integrazione offre una miriade di possibilità circa le tipologie di termogenici che possiamo scegliere, cominciando dalla qualità, quantità di estratti che sono all’interno di essi. Come si fa a scegliere quello apparentemente più adatto?
Bisogna in prima battuta capire quanto sia elevato il proprio livello di tolleranza rispetto alle sostanze stimolanti che sono contenute al loro interno come per esempio caffeina ed estratti concentrati di thè verde che, se pure in quantità che può variare, hanno come unica controindicazione l’insorgere di leggere alterazioni del battito cardiaco.
Pertanto se si è soggetti ansiosi, o comunque già agitati per natura, occorre prestare attenzione anche a quanto caffè si assumono durante la giornata, proprio per limitare gli effetti collaterali di un consumo eccessivo di caffeina.

Un ingrediente di grande rilievo: L-Tirosina

Altro ingrediente importante e inserito nella maggioranza dei termogenici è la L-Tirosina. Si tratta di un amminoacido che viene prodotto a partite dall’amminoacido essenziale fenilalanina, e che gioca un ruolo chiave nel mantenimento dell’omeostasi dell’organismo in condizioni di forte stress, nonché interviene nella sintetizzazione dei neurotrasmettitori adrenalina e noradrenalina.
Poiché la L-Tirosina si occupa di sintetizzare gli ormoni tiroidei, avrà un compito essenziale nel mantenere l’equilibrio del metabolismo, sopratutto in situazioni stressanti (diete ipocaloriche prolungate nel tempo). Quando siamo soggetti a dei regimi alimentari molto restrittivi e prolungati, il metabolismo può compromettersi con conseguente autoindotto deficit di tirosina.
Pertanto integrarla in una fase antecedente di dieta stretta con il termogenico che la contiene garantisce una ulteriore perdita di tessuto adiposo (preservando  il funzionamento metabolico); nella fase immediatamente successiva all’obiettivo raggiunto (competizione di bodybuilding, piuttosto che perdita di peso generica) ripristinerà la produzione propria degli ormoni tiroidei.

Ai-BURN e Ai-BURN HARDCORE: ingredienti selezionati per due termogenici rivoluzionari

Assieme alla caffeina, all’estratto di arancia amara e cacao, e al tè verde, la L-tirosina compone la miscela di elementi che fa parte di Ai-BURN, un termogenico molto efficace che può essere una evoluzione dell’abbinamento di CarniBLAST e Caffeine TABS (anche senza caffeina se non si desiderano stimolanti), che si consiglia a chi comincia l’attività fisica mirata al dimagrimento.
In particolare CarniBLAST, è composto da due tipologie di carnitina: la Propionil l-carnitina e la L-Carnitina Tartrato. La prima accentua il processo di innesco dell’ossido nitrico, un componente responsabile della sensazione di pumping muscolare che si avverte durante l'allenamento, in più contrasta la formazione del lattato. La L-Carnitina Tartarato invece, si occupa del contrasto del catabolismo muscolare, tipico in regni ipocalorici.
Dopo l’Ai-BURN, abbiamo la versione evoluta: Ai-BURN HARDCORE. Si tratta della miscela base con aggiunta di pepe nero che ha impatto sul metabolismo, l’arancia amara, in particolare agirà sui lipidi e il ginseng sui carboidrati. L’estratto di tè verde conferisce un'azione di contrasto della stanchezza e del senso di affaticamento. Lo rendono ancora più efficace la presenza di caffè verde, noce di cola, guaranà, cacao e matè.

Il ruolo del glucomannano nel favorire la sensazione di sazietà

L’ultima novità è Ai-LIPOROL. Integratore a base di glucomannano, una fibra dietetica solubile in acqua, estratta dalla pianta konjac. La ricerca ha dimostrato che il suo utilizzo contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, ad alleviare la costipazione e ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue oltre che a diminuire il colesterolo e il peso corporeo. Quando miscelato con l’acqua, il Glucomannano diventa voluminoso come un gel ed è grado di moltiplicare il suo volume fino a 17 volte la sua dimensione originale.
La fibra nello stomaco effettua questo cambiamento di volume assorbendo l’acqua, e ampliandosi, il Glucomannano andrà a occupare molto spazio nello stomaco offrendo di conseguenza una sensazione di immediata sazietà. Inoltre il Glucomannano supporta regimi dietetici tendenti al dimagrimento, perché all’interno dello stomaco e dell’intestino, assorbe il grasso facendolo passare rapidamente attraverso il corpo, facilitandone la sue escrezione anzichè l’assimilazione.
Vi sono inoltre estratti di pepe della Guinea o Grani del paradiso, in particolare si tratta di una pianta tipicamente sfruttata in Africa e che, studi alla mano, si dimostra capace di trasformare il tessuto bianco adiposo (molto più difficile da consumare) in tessuto bruno (che si dissipa attraverso il calore), con maggiore controllo sulla glicemia e la capacità di consumare il grasso viscerale. La Capsaicina, cioè l’alcaloide presente nel peperoncino e che stimola la termogenesi del grasso bruno.
Caffè verde, che permette una minore assimilazione a livello intestinale dei carboidrati, un migliore utilizzo delle scorte lipidiche, poiché si inibisce il consumo del glucosio epatico. Estratti di tè verde per stimolare il metabolismo, come anche il cacao che a differenza della caffeina non crea dipendenza né tantomeno effetti non desiderati quali tachicardia e palpitazioni.

Come orientarsi nella scelta di un termogenico

Nel Mondo, specialmente negli USA, sono in commercio anche termogenici che però al loro interno contengono delle sostanze non legali nel nostro Paese, come per esempio la Yohimbe. Si tratta di una sostanza che agisce sui recettori alfa adrenergici delle cellule adipose che regolano la termogenesi, pertanto innescano il processo della lipolisi, sopprimendo inoltre il senso di fame. Ci sono studi che dimostrano la sua efficacia come afrodisiaco naturale e come elemento che aumenta le capacità cognitive e il tono umorale.
Non sono sostanze commerciabili in Italia soprattutto per gli effetti collaterali particolarmente problematici quali: ansia, tachicardia, nausea, vomito, insonnia, mal di testa, allucinazioni e attacchi di panico. Va da sè che un principiante non potrebbe mai gestire tali effetti collaterali senza rischiare di stare male e di interrompere il suo programma di allenamento.
Il consiglio migliore che si può dare per capire quale sia il prodotto giusto da utilizzare è per prima cosa di cominciare con l’assunzione di prodotti che avranno un basso impatto di reazione, qualcosa che saremo in grado di gestire senza troppi effetti collaterali indesiderati. Dobbiamo conoscere "ogni" prodotto che ingeriamo, affidarci a marchi assolutamente testati e sicuri, che garantiscano l’effetto che desideriamo.
Importante sarà affidarsi a dei professionisti che conoscano "veramente" il prodotto in questione e che siano in grado soprattutto di darci una alternativa qualora insorgesse qualsiasi problematica. Ultima in elenco, ma non per importanza, è la dieta. Se non conduciamo uno stile di vita sano a tavola, del termogenico potremo giovarne solo a metà.

Tag: glucomannanoperdita pesosenso di fametermogenici

Articoli consigliati:

L'intestino e le sue connessioni con il sistema nervoso centrale (SNC)

Che esista una correlazione tra il sistema nervoso centrale ed il nostro intestino è cosa ormai comprovata e assodata. Il sistema nervoso centrale… leggi tutto

Cellulite: cause e rimedi per combatterla

La cellulite è considerata un inestetismo che colpisce circa l'80-90% dei soggetti di sesso femminile. Stadi di progressione della cellulite… leggi tutto

Gennaio: la dieta dopo la Befana

Frutta, verdura e ortaggi: 9 alimenti dalle ottime proprietà nutrizionali per rimettere in sesto la normale dieta dopo le feste. leggi tutto