Nutrizione Vitamine e minerali

La vitamina K: cos'è e a cosa serve

La vitamina K: cos'è e a cosa serve

di in Nutrizione - Vitamine e minerali

ultima modifica: 31 luglio 2017


La vitamina K è una vitamina liposolubile il cui apporto può essere raggiunto semplicemente seguendo una dieta equilibrata. Si deposita nel fegato in quantità elevate, che vengono rapidamente rimosse poi, nelle ghiandole surrenali, nei polmoni, nel midollo spinale e infine si deposita in quantità ridotte nei reni.

La vitamina K è una vitamina liposolubile il cui apporto può essere raggiunto semplicemente seguendo una dieta equilibrata. Si deposita nel fegato in quantità elevate, che vengono rapidamente rimosse poi, nelle ghiandole surrenali, nei polmoni, nel midollo spinale e infine si deposita in quantità ridotte nei reni.
Essa viene assorbita ed entra a far parte dei chilomicroni e trasportata al fegato, dove viene trasferita alle VLDL e poi alle LDL che la trasportano in ultima ai tessuti.

Le funzioni della vitamina K

La vitamina K ha un turnover molto rapido, tale comunque da permetterle di svolgere direttamente e indirettamente alcune funzioni. In primo luogo garantisce una corretta funzionalità di alcune proteine che formano e manengono forti le nostre ossa; è coinvolta nella coagulazione del sangue (attività antiemorragica); viene trasformata nella forma biologicamente attiva di idrochinone per opera di una reduttasi dipendente dalla presenza di gruppi sufidrilici e di NADH.
Funge da coenzima in una reazione di carbossilazione tra residui di glutammato. In presenza di idrochinone e di una carbossilasi, la quale conduce alla formazione di γ-carbossiglutamato attraverso questa reazione vengono attivate:

  • la protrombina (fattore II) e i fattori VII, IX e X della coagulazione del sangue. In seguito a una serie di reazioni la protrombina si convertirà in trombina, che a sua volta trasformerà il fibrinogeno in fibrina la quale spontaneamente si organizzerà per formare un coagulo e bloccare l'emorragia dalla ferita.
  • le proteine C, M, S, Z plasmatiche.
  • l'osteocalcina e la proteina GLA della matrice a livello dell'osso.

Le diverse forme di vitamine K

Filochinone o vitamina K1

Principale forma circolante di origine vegetale assorbito con meccanismo attivo nella parte prossimale dell'intestino tenue (i menachinoni e il menadione sono assorbiti per diffusione passiva).

Menachinone-n o vitamina K2 di origine

Le catene cui laterali (trans) accorciate per β-ossidazione vengono eliminate come tali o sotto forma di glucorondi.

Menadione o vitamina K3

È una forma sintetica idrosolubile, viene escreto con le urine sotto forma di menadiolo fosfato, solfato e glucoronide.

I fillochinoni e i menachinoni non sono tossici nemmeno a dosi elevate, il menadione d'altro canto può esserlo attraverso anemia emolitica, iperbilirubinemia e ittero (non può essere utilizzato nel trattamento farmacologico dell'emorragia). Attraverso la dieta sono di facile assimilazione in miscela menachinoni e fillochinoni (assorbiti con una efficienza del 40÷80%).

Motivi per cui una carenza di vitamina K è molto rara

I motivi sono le ridotte esigenze dell'organismo, la rigenerazione della vitamina stessa attraverso reduttasi e la risintesi effettuata dalla flora intestinale. Se questa carenza si presenta, le possibili cause sono:

  • disfunzioni dell'apparato gastrointestinale
  • ridotta secrezione di bile
  • malattie epatiche
  • utilizzo di anticoagulanti antagonisti quali di tipo dicumarolo

rischio alto per:

  • trasporto ridotto attraverso la placenta
  • sterilità dell'intestino nei primi giorni di vita
  • inadeguata biosintesi epatica dei fattori di coagulazione
  • scarso contenuto di vitamina nel latte materno

Alimenti e LARN

Le verdure a foglia:

  • spinaci
  • lattuga
  • broccoli
  • cavolo
  • cavolini di Bruxelles
  • cime di rapa

LARN è di 1µg/Kg di peso/die, facilmente raggiungibile con una normale dieta mista.

Tag: alimenti ricchi di vitamina Kcause carenza di vitamina Kcosa è la vitamina Ki tipi di vitamina Kproprietà della vitamina K

Articoli consigliati:

Melatonina: contro l'insonnia ed effetti collaterali

La melatonina è un ormone derivato dalla serotonina, secreto dalla ghiandola pineale e regola il ritmo sonno-veglia. La melatonina viene usata… leggi tutto

Antiossidanti: nemici dei radicali liberi

Gli antiossidanti forniscono un prezioso aiuto al nostro organismo, infatti, essi permettono di tenere sotto controllo/prevenire la produzione… leggi tutto

Vitamine del gruppo B: cosa sono e a cosa servono

Le vitamine del gruppo B hanno proprietà molto utili all'organismo umano, infatti rivestono un ruolo importante per il normale funzionamento… leggi tutto