Search Menu
 
Cookie policy
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Il cioccolato: l'alimento del cuore e dell'umore
Il cioccolato: l'alimento del cuore e dell'umore

Il cioccolato: l'alimento del cuore e dell'umore

Data: 23 dicembre 2020

L'alimento che, molto spesso, viene considerato il nemico numero uno della forma fisica è, in realtà, ricco di molte proprietà utili per il nostro benessere fisico e mentale.
Conosciamolo meglio e vediamo come consumarlo senza cadere in eccessi..

Storia

Messico, Perù e Panama sono i luoghi in cui nasce la lavorazione di Theobroma Cacao; la pianta sempre verde che cresce principalmente nell’America del sud.
Coltivata, inizialmente, dagli Olmechi; una civiltà precolombiana dell’area tropicale del Messico, nel 1500, veniva chiamata ancora Kakawa.


Furono i Maya a soprannominare il cacao cibo degli dei per le proprietà nutrizionali ed il valore simbolico e religioso che ad esso attribuivano

Il cioccolato veniva consumato originariamente in forma liquida, mescolata con acqua calda e, spesso, aromatizzato con vaniglia, pepe o peperoncino.
Nel 1502 Cristoforo Colombo, tornato dall’Honduras, dove aveva avuto modo di assaggiare la preziosa bevanda, portò in dono alcuni semi di cacao a Ferdinando e Isabella di Spagna ed ecco che il cacao fa la sua prima apparizione in Europa.
Qualche anno più tardi, Hernàn Cortéz si occupò di diffondere il cacao in Europa.


Appartiene alla famiglia delle Sterculiacee; è un piccolo albero del Sud America con frutti a bacche contenenti un numero di semi che varia da 40 a 80, a seconda della varietà.

Dal cacao al cioccolato

Il cioccolato rappresenta il prodotto finale di un lungo processo che inizia con la raccolta dei frutti o cabosse.
Le fave, presenti all’interno, vengono estratte e lasciate fermentare per alcuni giorni in modo che acquisiscano precise caratteristiche organolettiche.
Successivamente vengono sottoposte ad una prima tostatura che conferisce loro il tipico colore e a tritatura per ottenere la granella.
Ripetendo queste operazioni si ricava la pasta di cacao composta da una parte grassa (burro) ed una parte secca (polvere) che possono essere ottenute ed isolate tramite pressatura.
A questo punto, in base alla tipologia di cioccolato, gli ingredienti vengono miscelati in proporzioni variabili.
Un buon cioccolato presenta una percentuale di cacao pari almeno al 43% sebbene venga convenzionalmente utilizzato come ideale un valore superiore al 70%: più è alto tale valore maggiore è la purezza nonostante il gusto diventi molto amaro ed intenso.

Caratteristiche nutrizionali

Il cacao amaro presenta un elevato contenuto energetico; mediamente 100g di polvere apportano all’incirca 350 kcal con una preponderanza di lipidi, una buona quantità di proteine ed una quota esigua di carboidrati zuccheri e fibre.
Non mancano vitamine (gruppo B, K, A, C) e minerali (ferro, magnesio, rame, potassio, fosforo, zinco e calcio).


Una tavoletta da 100gr di cioccolato fornisce poco meno di 500 kcal con lipidi e glucidi variabili: cioccolati fondenti sono principalmente ricchi in lipidi mentre le preparazioni a base di latte vedono anche ingenti quantità di zuccheri, caratteristica che rende questo prodotto non indicato per essere consumato quotidiamente e in dosi eccessive.

Effetti sulla salute

Il cacao contiene molecole interessanti per la loro comprovata azione farmacologica che lo rende un potenziale alimento nutraceutico.
Il consumo di cacao e cioccolato extra fondente potrebbe essere correlato ad alcuni benefici per la salute.

Antiossidante

Il cacao è un alimento dal forte potere antiossidante data l’elevata presenza di polifenoli, in particolare, flavonoidi in grado di contrastare lo stress ossidativo e limitare i danni in tutti i distretti dell’organismo.
Vista l’importanza di queste molecole, il cacao e il cioccolato extra fondente sono valide fonti alimentari da cui ricavarle.

Focus mentale

Il cacao contiene teobromina ed in misura minore caffeina, metilxantine utili nell’innalzare i livelli di attenzione del cervello, favorendo la concentrazione ed allontanando il senso di fatica.
Non dimentichiamo inoltre la colina, fondamentale per la sintesi di acetilcolina, uno dei principali neurotrasmettitori.
Consumare un quadretto di cioccolato fondente insieme ad un caffè può essere una piacevole abitudine da adottare prima di intense sessioni di studio o sforzi mentali.

Quante volte abbiamo sentito dire che il cioccolato mette il buon umore?
A chi non è capitato il desiderio di cioccolato nei momenti di tristezza, i famosi cravings?
Qualcosa di vero e scientificamente provato c’è.
Il cacao contiene naturalmente triptofano e serotonina coinvolti nell’innalzamento del tono dell’umore ai quali vanno aggiunti la feniletilamina (PEA) nota come ormone dell’amore e dell’anandamide un neurotrasmettitore legato agli stati euforici.

Sapevi che..

Se presente in eccesso, la serotonina favorisce la comparsa di emicrania?

sondaggio_si = conoscevo questo effetto

sondaggio_no = ho appena imparato una cosa nuova

In caso di mal di testa è, infatti, sconsigliabile mangiare cioccolato, soprattutto quello fondente e in grandi quantità.

Sistema Cardiovascolare

Differenti studi hanno mostrato l’effetto di alcuni polifenoli contenuti nel cacao su più aspetti legati alla salute cardiovascolare.
In particolare sono emersi dati interessanti circa:

1. Riduzione dei marker infiammatori
2. Protezioneverso colesterolo LDL soggetto ad ossidazione
3. Stimolazione di ossido nitricoa livello dell’endotelio
4. Vasodilatazione e miglioramento del quadro ipertensivo

Intestino e microbiota

I metaboliti bioattivi del cacao possono agire direttamente sulle mucose intestinali attraverso l’attività antinfiammatoria influenzando, positivamente, le capacità della risposta immunitaria. Inoltre, gli stessi polifenoli, unitamente alle fibre, possono modulare la composizione del microbiota intestinale attraverso un effetto prebiotico favorendo la crescita di Lactobacillus e Bifidobacterium e riducendo specie patogene e rischi di sviluppare patologie.

Pelle, capelli e corpo

Non è raro trovare balsami o maschere a base di cacao o cioccolato ed altri prodotti per la cura del corpo.
Il cacao è utile per mantenere una corretta idratazione, elasticità e tono della pelle prevenendone la secchezza e gli inestetismi.
Inoltre, l’alta percentuale di polifenoli si rivela una naturale protezione dai raggi solari contrastando i radicali liberi.


Rame, zinco e ferro sono, invece, gli alleati dei capelli che ne favoriscono i processi di ricrescita e rinnovamento cellulare

Conclusioni

Tanto buono quanto ricco di proprietà. Ve lo aspettavate?
È sempre bello avere nella propria dispensa una tavoletta o una scatola di cioccolatini, soprattutto, in periodi come questo in cui ci si avvicina alle festività natalizie e lui non può mancare..
Il mio consiglio è quello di prediligere cioccolato con alte percentuali di cacao: il sapore inizialmente non farà impazzire ma rieducare il palato a sapori più genuini, non alterati, può fare solamente bene.

Bibliografia

Andújar I, Recio MC, Giner RM, Ríos JL. Cocoa polyphenols and their potential benefits for human health. Oxid Med Cell Longev. 2012;2012:906252. doi:10.1155/2012/906252

Katz DL, Doughty K, Ali A. Cocoa and chocolate in human health and disease. Antioxid Redox Signal. 2011;15(10):2779-2811. doi:10.1089/ars.2010.3697

Magrone T, RussoMA, Jirillo E. Cocoa and Dark Chocolate Polyphenols: From Biology to Clinical Applications. Front Immunol. 2017;8:677. Published 2017 Jun 9. doi:10.3389/fimmu.2017.00677

Zubaida Faridi, Valentine Yanchou Njike, Suparna Dutta, Ather Ali, David L Katz, Acute dark chocolate and cocoa ingestion and endothelial function: a randomized controlled crossover trial

The American Journal of Clinical Nutrition, Volume 88, Issue 1, July 2008, Pages 58–63,

Galleano M, Oteiza PI, Fraga CG. Cocoa, chocolate, and cardiovascular disease.J Cardiovasc Pharmacol. 2009;54(6):483-490. doi:10.1097/FJC.0b013e3181b76787

Zięba K, Makarewicz-Wujec M, Kozłowska-Wojciechowska M. Cardioprotective Mechanisms of Cocoa. J Am Coll Nutr. 2019 Aug;38(6):564-575. doi: 10.1080/07315724.2018.1557087. Epub 2019 Jan 8. PMID: 30620683.

Sorrenti V, Ali S, Mancin L, Davinelli S, Paoli A, Scapagnini G. Cocoa Polyphenols and Gut Microbiota Interplay: Bioavailability, Prebiotic Effect, and Impact on Human Health. Nutrients. 2020;12(7):1908. Published 2020 Jun 27. doi:10.3390/nu12071908

Scapagnini G, Davinelli S, Di Renzo L, De Lorenzo A, Olarte HH, Micali G, Cicero AF, Gonzalez S. Cocoa bioactive compounds: significance and potential for the maintenance of skin health. Nutrients. 2014 Aug 11;6(8):3202-13. doi: 10.3390/nu6083202. PMID: 25116848; PMCID: PMC4145303.




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento



Acquista in sicurezza su IAFSTORE
Sconto 10% extra sul primo ordine