Nutrizione Grassi e omega

I grassi fanno ingrassare?

I grassi fanno ingrassare?

di in Nutrizione - Grassi e omega

ultima modifica: 29 ottobre 2015


Spesso si sente dire che i grassi fanno ingrassare. In passato si è fatto passare i grassi come il male assoluto solo per il fatto che sono buoni al gusto e perchè sviluppano 9 Kcal per grammo. I grassi non sono tutti uguali. Infatti esiste una categoria detta "grassi essenziali", importanti per l'organismo.

I grassi fanno ingrassare?

Per smontare questo mito partiamo dal presupposto che non esiste nulla che faccia ingrassare in assoluto.

Esistono nutrienti che più facilmente aumentano l'introito calorico e che più predispongono il nostro organismo ad ingrassare o a diminuire la capacità del nostro corpo di utilizzare i nostri grassi sottocutanei a scopo energetico. In passato si è fatto passare i grassi come il male assoluto solo per il fatto che sono buoni al gusto e che per ogni grammo sviluppano 9 Kcal.

Mentre proteine e carboidrati sviluppano per grammo solo 4 Kcal. Da ciò si evince che diminuendo la quantità di grassi introdotti con l'alimentazione diminuirà anche l'introito calorico. Quindi dimagriamo...

L'importanza dei grassi essenziali

Il primo errore sta nel non considerare che i grassi non sono tutti uguali.

Infatti esiste una categoria detta grassi essenziali.

Tali grassi non vengono sintentizzati autonomamente dal nostro organismo e necessitano di essere introdotti giornalmente con la dieta.

I grassi essenziali sono estremamente importanti soprattutto per la formazione di alcune molecole ad azione ormonale prodotte dalle cellule che vengono generalmente chiamate eicosanoidi e che sono potentissimi regolatori di molte funzioni organiche ma anche nella formazione delle membrane cellulari.
Inoltre i nutrienti nel nostro corpo, a seconda che siano proteine, carboidrati o grassi, seguono specifiche vie metaboliche spingendo l'organismo a sintetizzare o inibire il rilascio di specifici ormoni atti a mediare specifiche azioni.

Quindi è importante pensare agli alimenti non dal punto di vista calorico, ma dal punto di vista funzionale.

Le diete ricche in grassi

Esistono diete costituite dal 50% da grassi e solo il 10-15% da carboidrati. Vengono utilizzare anche per scopi di dimagrimento dove in questo caso l'alto apporto di grassi viene utilizzato dall'organismo come substrato energetico.
L'introduzione di un alto quantitativo di grassi può creare problemi se associati nella stessa dieta ad alti contenuti di carboidrati.

Alimentazioni allo stesso tempo iperglucidice ed iperlipidiche portano ad ingrassare molto velocemente in quanto i grassi vengono sostituiti dagli zuccheri come substrato energetico preferenziale.

Inoltre se i grassi saturi sono particolarmente abbondanti possono portare allo sviluppo di processi di arteriosclerosi.

Articoli consigliati:

Colesterolo: amico o nemico?

Si sente spesso parlare del colesterolo e di quanto sia pericoloso: ma siamo sicuri che fa sempre male? leggi tutto

Perché i grassi saturi fanno male?

Ciò che rende i grassi saturi cattivi e gli acidi grassi essenziali buoni è il ruolo svolto dagli acidi grassi essenziali nell'organismo e il… leggi tutto

Cos'è l'olio MCT e a cosa serve?

I trigliceridi a catena media (MCT) sono particolari tipi di grassi saturi ottenuti dall'olio di cocco. I trigliceridi a catena media costituiscono… leggi tutto