Integrazione Estratti d'erbe

Basta con i malanni di stagione! Questi rimedi aiutano le tue difese

Basta con i malanni di stagione! Questi rimedi aiutano le tue difese

di in Integrazione - Estratti d'erbe

ultima modifica: 30 dicembre 2019

  italiano change italiano english français


Astragalo e rosa canina sono solo alcuni dei rimedi naturali più apprezzati e utilizzati in inverno per allontanare i malanni stagionali. Scopri il pool di sostanze benefiche dei migliori rimedi fitoterapici e dì addio a mal di gola, febbre, raffreddore, tosse ecc..!

Con la stagione fredda dobbiamo tutti fare i conti con la diffusione di virus e batteri responsabili delle classiche malattie da raffreddamento che mettono KO adulti e bambini. Vediamo a cosa sono dovuti i malanni tipici dell'inverno e quali sono le frecce che la natura mette al nostro arco per combatterli.

Perchè ci ammaliamo così spesso in inverno?

A causare i malanni stagionali sono prevalentemente gli sbalzi di temperatura e la conseguente tendenza a raggrupparsi in ambienti chiusi, a discapito dell'aria aperta. In inverno non abbiamo solo una maggiore tendenza ad ammalarci: anche il nostro sistema immunitario può essere tendenzialmente più debole e meno reattivo per via di vari fattori, tra i quali:

  • invecchiamento,
  • farmaci,
  • stress psicofisici,
  • stile di vita scorretto,
  • alimentazione sbilanciata,
  • carenza di sonno e riposo.

Agire in anticipo con l'utilizzo di rimedi naturali dalla riconosciuta attività benefica di rinforzo per il sistema immunitario può aiutare per non farsi contagiare da influenza, mal di gola e affezioni delle vie respiratorie come raffreddore, tosse, bronchite.

Rimedi naturali contro i malanni stagionali

La natura ci mette a disposizione dei rimedi fitoterapici ormai apmiamente riconosciuti e convalidati anche dalla ricerca scientifica moderna per il loro ruolo di rinforzo delle difese immunitarie, sia come arma di prevenzione, che di contrasto, favorendo una più rapida ed efficiente guarigione.

Sambuco

Tra i fitoestratti più apprezzati, il sambuco è tradizionalmente utilizzato in tutta Europa per le sue proprietà antibatteriche e antivirali oggetto di ricerche scientifiche che ne dimostrano il valore come sostegno contro i mali influenzali di stagione.

 

Il sambuco, grazie anche alla presenza abbondante di bioflavonoidi e antiossidanti, ha infatti qualità fitoterapiche riconosciute come "attive ed efficaci" (D.M. Salute 27/03/14) che aiutano a migliorare la fluidità delle secrezioni bronchiali, la funzionalità delle prime vie respiratorie, il sostegno alle naturali difese dell'organismo.

Rosa canina

La rosa canina è un arbusto spinoso appartenente alla famiglia delle Rosaceae, che cresce spontaneo in tutta Italia e in molte parti d'Europa. Le suie qualità terapeutiche sono conosciute sin dagli antichi romani e in tutto il Medio Evo. La rosa canina è nota per la sua altissima concentrazione di vitamina C (100 grammi delle sue queste bacche hanno lo stesso contenuto di vitamina C che può avere un chilo di arance!).

 

Le bacche di rosa canina contengono altre vitamine come la vitamina A, E, K e alcune del gruppo B. È ricca inoltre di acido folico, preziosi flavonoidi, tannini, carotenoidi e acidi grassi (tra cui acido oleico, palmitico, oleanolico, stearico e linoleico). La rosa canina è anche una buona fonte di sali minerali, in particolare ferro, zinco, rame, calcio, manganese, boro, sodio, fosforo, potassio e magnesio.

Molto preziosa è la sinergia tra vitamina C e flavonoidi, che favoriscono l'assorbimento della stessa vitamina.

 

La rosa canina vanta proprietà antinfiammatorie, soprattutto in caso di problematiche a livello del sistema respiratorio come tosse e raffreddore, ma anche faringiti e tonsilliti, aiutando a sfiammare le mucose. Questa pianta coadiuva anche il buon funzionamento del sistema immunitario, rafforzandolo e stimolandolo sia nel prevenire i malanni stagionali, sia nel ristabilire la salute in fase di guarigione, evitando ricadute.

 

L'azione antinfiammatoria della rosa canina si espande anche a livello dell'intestino, rendendola utile in caso di diarrea grazie all'azione astringente e antibiotica dei tannini.

Echinacea

Tra i rimedi naturali più efficaci e utilizzati c'è sicuramente l'echinacea, una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae di cui fanno parte nove specie, tutte con caratteristiche officinali: l'Echinacea purpurea e l'Echinacea pallida in primis.

 

Originaria del Nord America, il suo uso tra le popolazioni native locali è antichissimo e risale alla tribù dei Cheyenne, che utilizzava la radice di echinacea masticata per trattare il raffreddore, la decozione per problemi articolari, reumatici e come applicazione esterna in caso di febbre.

 

Oggi, le sue proprietà immunostimolanti, antivirali e antibatteriche sono riconosciute dalla medicina moderna e il suo impiego è diffusissimo tra adulti e bambini contro raffreddore, mal di gola e vari malanni influenzali rendola - anche a livello preventivo - uno scudo contro le malattie da raffreddamento. Le qualità terapeutiche dell'echinacea derivano dalla densità di principi attivi che stimolano le difese immunitarie, come: flavonoidi, derivati dell'acido caffeico come acido cicorico, acido clorogenico ed echinacoside, polisaccaridi, polifenoli, glicoproteine ad attività immunostimolante; alchilamidi, polieni e olio essenziale.

 

È facile capire come l'echinacea possa rappresentare un vero elisir per le nostre difese immunitarie!

Astragalo

L'astragalo è di sicuro uno degli elementi fitoterapici di tradizione orientale che ha trovato più spazio e applicazione tra gli integratori moderni che agiscono sul sistema immunitario. L'astragalo è una pianta che appartiene alle leguminose, originaria della Cina settentrionale dove, nella medicina Tradizionale, viene usato da millenni come tonico per ridurre la debolezza e aumentare la resistenza alle malattie.

 

L'astragalo contiene saponine triterpeniche, flavonoidi, amine biogene e polisaccaridi, oltre ad aminoacidi, ferro, zinco, rame, cromo, cumarine, colina, betaina, sitosterolo, glicosidi triterpenici e numerosi acidi (folico, nicotinico, clorogenico, caffeico, linolenico) che lo rendono un rimedio "multifunzionale" capace di agire a vari livelli su tanti i sistemi organici sui quali vanta numerose qualità benefiche di sostegno, ad esempio per il fegato.

 

L'astragalo è considerato oggi un ottimo integratore per il sistema immunitario grazie alla ricchezza di potenti elementi bioattivi, utilizzati prevalentemente in sinergia con l'echinacea.

Tag: patologierimedi naturali

Articoli consigliati:

Tutto ciò da sapere sulla caffeina per un buon pre-workout.

La caffeina: cos'è e come può tornarci utile nella vita di tutti i giorni ma, soprattutto, negli allenamenti. Consigli, dosaggi e effetti collaterali. leggi tutto

Boswellia Serrata: funzioni e benefici

Gli acidi boswellici sono in grado di inibire la sintesi di leucotrieni e di ridurre fortemente la sintesi di prostaglandine; questi sono i due… leggi tutto

La Berberina: una nuova arma dalla natura

La Berberina é un composto bioattivo derivato dall'estrazione da diverse piante incluso la Berberis, che ha suscitato la mia attenzione da tempo… leggi tutto