Search Menu
Fitoterapia: i rimedi naturali per sconfiggere i mali d'autunno
Fitoterapia: i rimedi naturali per sconfiggere i mali d'autunno

Fitoterapia: i rimedi naturali per sconfiggere i mali d'autunno

Data: 14 ottobre 2020

Sensazione di malessere generale, dolori articolari e muscolari, spossatezza..
Ci risiamo; è tornato l'autunno!


Siamo già in pieno autunno ed ecco che stanno tornando anche loro: mal di gola, raffreddore, stanchezza perenne, ipersensibilità; le malattie tipiche di questa stagione accompagnate spesso dalle forme gastroenteriche che attaccano stomaco ed intestino e si trasformano in diarrea, vomito, crampi addominali e spossatezza.
Molti di questi stati influenzali colpiscono le vie dell’apparato respiratorio superiore che, nei soggetti più a rischio come bambini, anziani e persone immunodepresse, possono evolversi in situazioni più gravi.


La fitoterapia coi suoi rimedi, tradizionali e popolari, oggi riemerge con rinnovata approvazione da parte della ricerca scientifica moderna, con alcuni elementi naturali di rilevante efficacia in termini di prevenzione, cura e risoluzione del problema.

Le erbe che rigenerano le difese immunitarie: quali sono?

Echinacea: la pianta erbacea nota per le sue proprietà antinfettive e immunostimolanti; conosciamola meglio!

Originaria del Nord America ed utilizzata dagli sciamani delle tribù come erba magica per la cura di scottature e ferite, morsi di serpenti, febbre e mal di gola; l'Echinacea trova oggi un ruolo di rinnovata considerazione da parte della comunità medica.
Pianta perenne che riposa in inverno e ricomincia il suo ciclo in primavera; è la radice, con il prezioso contenuto del suo fitocomplesso e gli elementi bioattivi, la parte più ricca di principi immunostimolanti tra i quali polisaccaridi e flavonoidi come gli acidi caftarico e cicorico.


studiata per la prima volta dal medico svedese Liinnaeus e poi classificata dal farmacista tedesco Moench; appartiene alla famiglia delle Asteraceae e il suo nome deriva dal greco echinos (riccio) perchè la parte centrale del suo fiore presenta una serie di spine di colore rosso scuro che ricordano l'animale

L'Echinacea rappresenta, oggi, un efficace nutraceutico immunostimolante ed antisettico che agisce stimolando i linfociti del nostro sistema immunitario, contrasta vari tipi di virus e batteri e modula la produzione di citochine e altri mediatori dell’infiammazione risultando, inoltre, capace di inibire il ritorno di virus del raffreddore e dell’influenza.
Forte di numerosi studi scientifici che ne avvalorano la sua efficacia, l'Agenzia europea per la valutazione dei medicinali, ha riconosciuto, nel 2015, l’Echinacea come medicinale vegetale di uso consolidato per la prevenzione e il trattamento del raffreddore autorizzandone la sua registrazione. 

Astragalo: la pianta perenne utilizzata in Cina già dal 120 a.c

Da millenni, nella Medicina Tradizionale Cinese, l'astragalo è considerato un potente rimedio nel trattamento dei disturbi e delle malattie associate a deficit del QI, dell’energia vitale, debolezza, affaticamento, suscettibilità ed infezioni virali come raffreddore ed influenza.


Astragalus membranaceus; la pianta della famiglia delle fabaceae conosciuto per le sue grandi proprietà immunostimolanti, adattogene, disintossicanti e per sostenere le difese del nostro corpo

Dalla sua radice vengono estratti i preziosi principi attivi costituiti da polisaccaridi, flavonoidi e saponine triterpeniche alle quali sono associate le notevoli proprietà immunostimolanti, antivirali, antinfiammatorie, antiossidanti, adattogene e cardiotoniche che caratterizzano questa pianta.

Sapevi che..

Questa pianta possiede anche un'azione cardiotonica?

Interviene, infatti, sul metabolismo del sodio e del potassio ed è in grado di abbassare la pressione arteriosa.
Utile in caso di angina pectoris; sostiene perfettamente le funzioni del cuore e quelle del sistema circolatorio nel suo insieme.



sondaggio_si = conoscevo tutte le sue funzioni


sondaggio_no = no e mi piacerebbe conoscere altro..

Sambuco: l'antinfiammatorio naturale che cura la tosse e il reffraddorre

Dalla Medicina popolare, specie nella tradizione germanica, il Sambuco vanta una interessante attività antibatterica e antivirale, ma anche "antifebbrile" in particolar modo verso i virus influenzali che colpiscono le vie aeree, ma trova applicazione, in base alle sue parti utilizzate, anche a scopo diuretico e disintossicante, antireumatico, antinfiammatorio e anche contro le scottature, le emorroidi e la stipsi, che vanta ben 781 voci di lavori scientifici sull’efficacia e le sue tante proprietà benefiche.


Da un distillato dei suoi fiori, aromatizzati con anice e finocchio, si ricava un famoso liquore digestivo molto conosciuto e già ppocrate consigliava infusi di sambuco ai suoi pazienti per curare alcuni disturbi specifici..

E' dai suoi fiori e dalle sue bacche che si ottengono rimedi naturali contro i mali di stagione; tutte preparazioni che sono state ufficialmente riconosciute attive ed efficaci (D.M. Salute 27/03/14) nel "migliorare la fluidità delle secrezioni bronchiali, la funzionalità delle prime vie respiratorie, il sostegno alle naturali difese dell’organismo"

Rosa canina: la sorgente naturale di vitamina C

Il più valido degli aiuti per i bambini che soffrono di tonsilliti, faringiti, bronchiti, raffreddore e tosse, ce lo porta la natura: la rosa canina, la sorgente naturale di vitamina C, le cui bacche ne contengono fino a 50-100 di più rispetto a quella contenuta in arance e limoni.
Vanta proprietà antinfiammatorie, soprattutto, in caso di problematiche a livello del sistema respiratorio ed agisce come antinfiammatorio delle mucose nasali e degli occhi in caso di congiuntivite.

Sapevi che..

Le sue bacche possiedono anche un'azione astringente dovuta alla presenza di tannini e risultano utili per contrastare e curare problemi intestinali?!

Autunno-inverno e la carenza dei raggi solari: facciamo il pieno di vitamina D e di zinco!

Parlando di potenziamento del sistema immunitario non si può non parlare della vitamina D che non risulta essenziale soltanto per la normale fisiologia delle nostre ossa ma è da ritenersi anche la vera regina del sistema immunitario.


coordina l’attività di tutte le sue cellule sia quelle coinvolte nell’immunità innata che quelle dell’immunità adattativa

La letteratura scientifica ha confermato, attraverso un'elevata mole di studi, la capacità della vitamina D di agire sulle cellule immuno-competenti attivandole e svolgendo un ruolo da protagonista e coordinatrice per le nostre difese immunitarie.

Per aumentare in modo naturale la reattività del sistema immunitario, numerosi studi, condotti negli ultimi due decenni, hanno dimostrato che, il sistema immunitario, ha bisogno di zinco per la sua massima efficienza fisiologica e che, un apporto nutrizionale insufficiente di questo elemento, porti ad una produzione minore di anticorpi.
La ricerca ha dimostrato, inoltre, i bambini che assumono regolarmente zinco si ammalano di raffreddore meno frequentemente rispetto a chi non ne assume e mostrano di poter diminuire la sintomatologia ed i tempi di risoluzione della malattia.

Letteratura scientifica:

Karsch-Völk M, Barrett B, Kiefer D, Bauer R, Ardjomand-Woelkart K, Linde K. Echinacea for preventing and treating the common cold. Cochrane Database Syst Rev. 2014 Feb 20;2(2):CD000530. doi: 10.1002/14651858.CD000530.pub3. PMID: 24554461; PMCID: PMC4068831.

Block KI, Mead MN. Immune system effects of echinacea, ginseng, and astragalus: a review. Integr Cancer Ther. 2003 Sep;2(3):247-67. doi: 10.1177/1534735403256419. PMID: 15035888.

Karsch-Völk M, Barrett B, Linde K. Echinacea for preventing and treating the common cold. JAMA. 2015 Feb 10;313(6):618-9. doi: 10.1001/jama.2014.17145. PMID: 25668266; PMCID: PMC4367446.

Shah SA, Sander S, White CM, Rinaldi M, Coleman CI. Evaluation of echinacea for the prevention and treatment of the common cold: a meta-analysis. Lancet Infect Dis. 2007 Jul;7(7):473-80. doi: 10.1016/S1473-3099(07)70160-3. Erratum in: Lancet Infect Dis. 2007 Sep;7(9):580. PMID: 17597571; PMCID: PMC7106401.

Fu J, Wang Z, Huang L, Zheng S, Wang D, Chen S, Zhang H, Yang S. Review of the botanical characteristics, phytochemistry, and pharmacology of Astragalus membranaceus (Huangqi). Phytother Res. 2014 Sep;28(9):1275-83. doi: 10.1002/ptr.5188. Epub 2014 Aug 2. PMID: 25087616.

Liu P, Zhao H, Luo Y. Anti-Aging Implications of Astragalus Membranaceus (Huangqi): A Well-Known Chinese Tonic. Aging Dis. 2017 Dec 1;8(6):868-886. doi: 10.14336/AD.2017.0816. PMID: 29344421; PMCID: PMC5758356.

Qi Y, Gao F, Hou L, Wan C. Anti-Inflammatory and Immunostimulatory Activities of Astragalosides. Am J Chin Med. 2017;45(6):1157-1167. doi: 10.1142/S0192415X1750063X. Epub 2017 Aug 22. PMID: 28830214.

Zheng Y, Ren W, Zhang L, Zhang Y, Liu D, Liu Y. A Review of the Pharmacological Action of Astragalus Polysaccharide. Front Pharmacol. 2020 Mar 24;11:349. doi: 10.3389/fphar.2020.00349. PMID: 32265719; PMCID: PMC7105737.

Hawkins J, Baker C, Cherry L, Dunne E. Black elderberry (Sambucus nigra) supplementation effectively treats upper respiratory symptoms: A meta-analysis of randomized, controlled clinical trials. Complement Ther Med. 2019 Feb;42:361-365. doi: 10.1016/j.ctim.2018.12.004. Epub 2018 Dec 18. PMID: 30670267.

Kinoshita E, Hayashi K, Katayama H, Hayashi T, Obata A. Anti-influenza virus effects of elderberry juice and its fractions. Biosci Biotechnol Biochem. 2012;76(9):1633-8. doi: 10.1271/bbb.120112. Epub 2012 Sep 7. PMID: 22972323.

Chen C, Zuckerman DM, Brantley S, Sharpe M, Childress K, Hoiczyk E, Pendleton AR. Sambucus nigra extracts inhibit infectious bronchitis virus at an early point during replication. BMC Vet Res. 2014 Jan 16;10:24. doi: 10.1186/1746-6148-10-24. PMID: 24433341; PMCID: PMC3899428.

Chrubasik C, Roufogalis BD, Müller-Ladner U, Chrubasik S. A systematic review on the Rosa canina effect and efficacy profiles. Phytother Res. 2008 Jun;22(6):725-33. doi: 10.1002/ptr.2400. PMID: 18384191.

Azrielant S, Shoenfeld Y. Vitamin D and the Immune System. Isr Med Assoc J. 2017 Aug;19(8):510-511. PMID: 28825771

Aranow C. Vitamin D and the immune system. J Investig Med. 2011 Aug;59(6):881-6. doi: 10.2310/JIM.0b013e31821b8755

Cesareo R et al. Italian Association of Clinical Endocrinologists (AME) and Italian Chapter of the American Association of Clinical Endocrinologists (AACE) Position Statement: Clinical Management of Vitamin D Deficiency in Adults. Nutrients. 2018 Apr 27;10(5). pii: E546. doi: 10.3390/nu10050546

Hojyo S, Fukada T. Roles of Zinc Signaling in the Immune System. J Immunol Res. 2016;2016:6762343. doi: 10.1155/2016/6762343. Epub 2016 Oct 31. PMID: 27872866; PMCID: PMC5107842.

Rink L, Gabriel P. Zinc and the immune system. Proc Nutr Soc. 2000 Nov;59(4):541-52. doi: 10.1017/s0029665100000781. PMID: 11115789.