Nutrizione Diete

Le 7 ragioni per le quali è così importante bere acqua

Le 7 ragioni per le quali è così importante bere acqua

di in Nutrizione - Diete

ultima modifica: 29 luglio 2019

  italiano change italiano english français deutsch español


Bere quotidianamente la quantità di acqua necessaria per mantenersi in salute non è una cosa facile e immediata per tutti. Per questo è importante sapere esattamente quanto bere per idratarsi correttamente, perché è così importante per il nostro benessere e che cosa succede al corpo quando non si assumono abbastanza liquidi.

Ogni volta che una ragazza si rivolge a me per una consulenza, una delle prime domande che pongo è: "Quanta acqua bevi ogni giorno?".


Ho costatato che, purtroppo, la stragrande maggioranza delle volte la quantità di acqua assunta, specialmente dalle donne, durante la giornata è inferiore al necessario.

 

Basti pensare che, in media, il corpo umano è composto di circa il 60% di acqua, valore che cresce o diminuisce in base a composizione corporea, età, stile di vita. Chi possiede più massa muscolare avrà una percentuale di acqua maggiore rispetto a chi ha più tessuto adiposo, poiché i muscoli sono composti dal 75% di acqua.

 

Va da sé che, se non forniamo al nostro organismo una dose adeguata di liquidi, questo non potrà mai funzionare a dovere! È come se pretendessimo di far andare a tutta velocità un'auto senza però mettere benzina nel serbatoio.

Perché è importante bere?

Ma vediamo più nello specifico le sette ragioni per le quali è così importante idratarsi adeguatamente:

  • Per favorire lo scarto delle sostanze di rifiuto dell'organismo attraverso urina e sudore.
  • Per aiutare lo sviluppo muscolare (donne attenzione! Con ciò non intendo "diventare tutte muscoli", ma ottenere quella tonicità che tanto sogniamo). L'acqua, infatti, contrasta gli effetti catabolici del cortisolo, il quale tende a disgregare il tessuto muscolare per produrre energia.
  • Per conferire forma e rigidità ai tessuti (compreso quello epiteliale), con benefici a livello estetico.
  • Per mantenere sufficientemente umide le mucose e le superfici di naso, occhi, bocca e orecchie.
  • Per favorire una corretta lubrificazione delle articolazioni.
  • Per contrastare la ritenzione idrica che altro non è che un accumulo di acqua. Ciò avviene perché, se non si fornisce all'organismo sufficiente acqua ogni giorno, quest'ultimo la trattiene sotto forma di ritenzione idrica, che, se aggravata, si trasforma nel tempo in vera e propria cellulite.
  • Per migliorare la regolarità intestinale: assumere un bicchiere di acqua tiepida a digiuno la mattina appena alzati aiuta l'evacuazione intestinale.

Quanta acqua bisogna bere?

In generale, consiglio di bere due litri circa al giorno, aumentando poi fino anche a tre litri nei periodi estivi o se si svolge attività fisica.

 

È importante tenersi adeguatamente idratati durante l'allenamento,  consumando circa 500/600ml di acqua e, se necessario, aggiungendo anche sali minerali (vedi PureMINERAL + SUSTAMINE® di Yamamoto Nutrition oppure Iso Sport), per mantenere l'equilibrio elettrolitico e recuperare i liquidi persi con l'innalzamento della temperatura corporea e la sudorazione.

 

Se fate fatica a bere la quantità corretta di acqua, provate questa tecnica, che consente di arrivare a un'assunzione di circa due litri di acqua senza troppi sforzi: un bicchiere la mattina a colazione, due bicchieri a pranzo, due bicchieri a cena e una bottiglietta da mezzo litro da consumare durante l'arco della giornata. In questo modo, bere a sufficienza diventerà un gioco da ragazzi!

Come capire se siamo sufficientemente idratati

Ci sono due parametri a cui far riferimento per capire se beviamo abbastanza:

  • Il primo è il senso di "sete": quando si sente l'arsura e quindi la necessità di bere, significa che si è già in disidratazione, quindi, idealmente, non dovremmo mai percepire la sete.
  • Il secondo è l'urina: quanto più il colore è scuro/verdastro, tanto più è povera di acqua. Il colore dell'urina dovrebbe essere sempre di colore giallo chiaro/trasparente e inodore.

La disidratazione, anche se modesta, è una condizione pericolosa per l'organismo.

Una diminuzione del 7% dell'acqua corporea totale è infatti sufficiente per mettere in pericolo la sopravvivenza stessa dell'individuo.

In un organismo disidratato la sudorazione viene bloccata, in modo da risparmiare la poca acqua rimasta nel corpo, causando così un aumento della temperatura interna.

Inoltre, il sangue non circola correttamente nei vasi, con il rischio di affaticamento cardiaco e collasso circolatorio.

Senza tralasciare poi il lato estetico legato alla ritenzione idrica di cui parlavamo qui sopra.

 

L'acqua è il nostro bene più prezioso, è la fonte della vita e ci mantiene in salute, non dimentichiamocene e prendiamoci cura della nostra sete!

Tag: acquasali minerali

Articoli consigliati:

Come combattere un metabolismo bloccato?

Mi è capitato diverse volte di interfacciarmi con clienti che lamentano un metabolismo bloccato che provoca loro una mancata perdita di peso… leggi tutto

Il ciclo ABCDE: nuova massa muscolare?

Ideata da un medico e bodybuilder Svedese negli anni 90, il ciclo ABCDE (Anabolic Burst Cycling Of Diet and Exercise) promette aumenti di massa… leggi tutto

Digiuno intermittente: Vantaggi e Controindicazioni - Parte 2

Quali vantaggi apporta il digiuno intermittente? E quali le controindicazioni per questa strategia alimentare? leggi tutto