Search Menu
Calcolatori di BMI e WHR: indicatori dello stato di salute
Calcolatori di BMI e WHR: indicatori dello stato di salute

Calcolatori di BMI e WHR: indicatori dello stato di salute

Data: 28 giugno 2022

BMI – Indice di massa corporea: cos’è e come calcolarlo

L’indice di massa corporea, conosciuto come IMC o BMI, dall’inglese Body Mass Index, è un parametro che serve a stabilire se il proprio peso corporeo rientra nei limiti della normalità, o di quanto si discosta da quello che viene definito come il “peso ideale”.

Per poter valutare questo parametro abbiamo bisogno di due valori: il peso, espresso in kg, e l’altezza, espressa in metri. Il calcolo è molto semplice, e ci permette di ottenere un valore statistico per analizzare lo stato corporeo e nutrizionale di un soggetto. È sicuramente una delle misure antropometriche più conosciuta ed utilizzata, ma bisogna ricordare che ha valore statistico, con un margine di errore piuttosto elevato. Va sempre contestualizzato in base al soggetto ed integrato con altre tecniche di misurazione della composizione corporea (come, ad esempio, la plicometria) perché non distingue tra massa grassa e massa magra.

Come si calcola

La formula è la seguente:

peso corporeo (kg) / altezza X altezza (m)

dopo aver ottenuto un valore numerico, basterà confrontarlo con le apposite tabelle di riferimento per valutare in che condizioni corporee ci troviamo.

In generale, la suddivisione avviene come da tabella seguente:

IMC/BMI

Condizione di peso

<16

Sottopeso grave

16-16,99

Sottopeso moderato

17-18,49

Sottopeso lieve

18,50-24,99

NORMOPESO

25-29,99

Sovrappeso

30-34,99

Obesità lieve o di 1°grado

35-39,99

Obesità moderata o di 2°grado

>40

Obesità grave o di 3°grado

Ad esempio, se sei alto 1,70 m e pesi 70 kg, il tuo BMI è 70/1,652 = 24,2: perfettamente nel range del normopeso.

Di seguito lasciamo un calcolatore per BMI, da utilizzare per avere una prima impressione sulla nostra condizione di massa corporea:

{{bmi_calculator}}

Ma siamo sicuri che il BMI sia sufficiente?

Per valutare in modo accurato lo stato di salute e nutrizionale, è necessario conoscere anche la percentuale di massa grassa e massa magra. Sono soprattutto questi due i parametri quelli in grado di farci comprendere al meglio la nostra condizione di peso. Come ormai ben noto alla maggior parte della popolazione, il muscolo “pesa di più” rispetto alla massa grassa, nonostante il volume occupato dalla massa muscolare sia effettivamente inferiore. Questo porta individui con una massa muscolare elevata a rientrare, per il calcolo del BMI, nella categoria del sovrappeso, pur avendo una composizione corporea ideale ed essendo in piena salute.

Ma quindi…Il BMI è affidabile?

Si… e no! Come per ogni parametro, bisogna sempre essere in grado di rapportare i risultati ottenuti alla specifica situazione. Nel caso del BMI, possiamo utilizzare questo indicatore per farci un’idea del nostro stato di salute, tenendo però bene a mente che con questo semplice calcolo non è possibile conoscere realmente la nostra composizione corporea, e capire quindi se è nella norma o se il sovrappeso è dovuto a un eccesso di tessuto adiposo.

Misurazioni casalinghe che possono integrare il BMI

Tra le misure antropometriche facili da riprodurre anche nella propria abitazione e che permettono di integrare il calcolo del BMI, è da citare senza dubbio il WHR. Basteranno un metro da sarta e qualche minuto. Ma andiamo con ordine: capiamo cos’è e a cosa serve questo parametro, e perché è utile integrarlo al calcolo del BMI.

Calcolo del rapporto vita-fianchi o WHR (waist to hip ratio)

Il WHR esprime il rapporto tra la circonferenza della vita e quella dei fianchi, e viene usato in campo medico per valutare la distribuzione corporea del tessuto adiposo. Sopperisce in parte alle carenze del BMI, perché permette di avere un’idea della distribuzione del grasso corporeo, che è correlata a patologie cardio-vascolari. Diversi studi hanno dimostrato che l’obesità androide (ovvero il fisico “a mela” tipico dell’uomo) è correlato a livelli più alti di glicemia, pressione arteriosa e trigliceridi, mentre l’obesità ginoide (ovvero “a pera”, tipico delle donne) risulta essere meno pericolosa per la salute.

Come si calcola

La formula è la seguente, e ti basterà inserire la misurazione in cm della circonferenza di vita e fianchi per ottenere il tuo valore WHR.

{{whr_calculator}}

Comprendere il rapporto vita-fianchi

Secondo le linee guida europee il rapporto vita / fianchi dovrebbe risultare:

  • Nell’Uomo inferiore a 0.9
  • Nella Donna inferiore a 0.8

Un WHR superiore a 0.95 per gli uomini e a 0.85 per le donne indica infatti un rischio aumentato per lo sviluppo di diverse patologie, e quindi per la salute individuale. Il rapporto vita-fianchi è un indicatore comprovato di future malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione e malattie della cistifellea (fonte https://www.nhlbi.nih.gov/health/educational/lose_wt/risk.htm).

Conclusioni

Questi 2 valori non sono gli unici utili a determinare il “peso forma” o la “forma fisica ottimale”: la cosa più corretta da fare è sempre valutare nell’insieme più indicatori della salute, per contestualizzare nel migliore dei modi i parametri.

L’IMC misura la massa corporea totale: ricorda che persone con corporature “fuori dalla norma” (molto alti, molto bassi, bodybuilder o sportivi agonisti) rischiano di ottenere risultati falsati. Il WHR invece risulta da questo punto di vista più veritiero, perché rappresenta un rapporto di proporzioni “naturali”, sia per l’uomo che per la donna.

 

Ti aspettiamo nei commenti per scoprire quali altri calcolatori possono fare al caso tuo!

 

 




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento