Search Menu
Poke cake: la torta che si farcisce con un metodo furbo e che piace proprio a tutti
Poke cake: la torta che si farcisce con un metodo furbo e che piace proprio a tutti

Poke cake: la torta che si farcisce con un metodo furbo e che piace proprio a tutti

Data: 06 ottobre 2020

Un po'di storia..

Questa torta nasce intorno agli anni '70 del '900.
All'epoca veniva preparata, negli Stati Uniti, con una mix per torte a base di vaniglia e una farcitura di gelatina.
Una torta facile e veloce da preparare; esclusivamente una preparazione casalinga e non scenografica come le versioni più recenti.

Perchè questo nome particolare?!

Il suo nome deriva dal verbo "to poke" che significa, letteralmente, conficcare.
Ciò che viene conficcato è il manico del mestolo che serve proprio per creare i fori della torta che andranno poi farciti una volta fredda.

Ricetta classica VS varianti

Come tutti i dolci di successo, anche la Poke cake, ha subìto nel tempo numerose rivisitazioni.
A partire dalla base non cucinata più soltanto nel gusto vaniglia ma realizzata anche al cocco, al limone, al cioccolato, con la frutta e lo yogurt arrivando ai fori che vengono farciti in tantissimi modi: cioccolato, crema, confetture ecc ecc..
La ricetta classica prevede, inoltre, che la superficie sia completamente ricoperta di crema al burro molto golosa e zuccherina ma estremamente calorica.

Una versione sana per far felici tutti

La versione della Poke cake che ho pensato di proporvi è decisamente meno calorica rispetto all'originale.
Ho deciso di eliminare la copertura della superficie lasciando il dolce semplice perchè già l'impasto risulta buonissimo senza eccedere.
Ho tolto il burro e lo zucchero ed utilizzato farina di farro e mandorle per avere un dolce goloso ma allo stesso tempo soffice.
L’utilizzo di alcuni ingredienti sembra, in alcune ricette, un "obbligo" tanto da far pensare che non sarebbero buonissime anche se realizzate in maniera diversa.

Cosa sarebbe un Tiramisù senza il mascarpone o la pasta frolla senza tanto burro morbido?
Eppure queste preparazioni si prestano ad essere realizzate anche con ingredienti che li rendono sani donando loro un finale perfetto..

Yogurt greco nei dolci

Hai mai provato ad utilizzare questo alimento per sostituire il burro, la panna o il mascarpone nelle tue ricette?

È un ingrediente perfetto non solo a colazione e negli spuntini, accompagnato con cereali o frutta di stagione ma anche come ingrediente base di tantissime ricette sia dolci che salate.

Le sue proprietà?

Alimento sano che si distingue dallo yogurt classico non soltanto per il gusto ma anche e soprattutto, per la consistenza e le proprietà nutritive che ottiene grazie al metodo di lavorazione.
Se, infatti, fino alle prime due fasi di filtraggio, lo yogurt greco è identico a quello classico; è soltanto nella terza fase di filtraggio che viene privato di una parte ulteriore di liquido e reso cremoso e ricco di proteine.
Dunque, dietro alla diversa consistenza ed anche al gusto, ci sono delle differenze di composizione che portano a ridurre di molto il sodio e il lattosio (lo zucchero del latte) e a mantenere proteine e grassi nella parte cremosa (che sono completamente assenti in quello prodotto a partire da latte scremato; ossia quello 0%).


Il doppio delle proteine rispetto ad uno classico con un alto potere saziante

Sia quello classico che il greco sono ricchi di probiotici, calcio e vitamine ma lo yogurt greco, filtrato per rimuovere la maggior parte del siero, riesce a portare con sè il doppio del contenuto proteico donando anche una notevole sensazione di sazietà (ecco perchè risulta essere uno tra gli alimenti consigliati durante una dieta).
Inoltre, i probiotici in esso contenuti possono migliorare sia la salute intestinale che ridurre situazioni di ansia e stress.
Alto il contenuto di calcio fondamentale per il benessere di ossa e muscoli.
Con una porzione di yogurt da 125g si riesce a soddisfare circa il 20% del fabbisogno giornaliero di questo minerale.
Lo yogurt greco, inoltre, contiene anche vitamine del gruppo B, in particolare, la riboflavina, un micronutriente che interviene nella produzione di energia e in difesa del nostro organismo.

Prova lo yogurt greco in questa Poke cake; sana, soffice e golosa..


La forza di questa versione salutare sta nella sua semplicità: un impasto versatile che può essere utilizzato anche come base per preparare altre torte oppure da poter arricchire con la crema che più vi piace.

Un dolce che aspetta soltanto di assecondare la vostra fantasia e i vostri gusti..

Io ho scelto di farcire i fori con la Crema di nocciole e cacao bio Smile Crunch ma è possibile provare anche con altre creme senza zuccheri aggiunti: mandorle, anacardi ecc.
Per i tuoi bambini puoi provare anche la Crema spalmabile di cacao e latte Smile Crunch.

Svegliarsi per andare a scuola non sarà più un problema; parola di mamma!!!

INGREDIENTI:

70g di farina di farro
40g di farina di mandorle
6g di lievito per dolci
4 uova medie
30g di olio di cocco
80g di Yogurt greco 0%
6 cucchiaini di Crema spalmabile di nocciole e cacao bio

PROCEDIMENTO:

Accendiamo il forno a 180° (statico)

In un contenitore, lavoriamo con le fruste elettriche posizionate alla massima velocità, per 2-3 minuti, le uova, l'olio di cocco e lo yogurt.

Aggiungiamo, dunque, le farine setacciate con il lievieto.

Ottenuto un impasto cremoso e privo di grumi, lo versiamo all'interno di uno stampo quadrato nel quale abbiamo passato dell'olio di cocco tamponato con carta da cucina.

Cuociamo per 20 minuti.

Lasciamo raffreddare completamente la base all'interno dello stampo.

Una volta fredda, togliamo la torta dallo stampo e, con il manico di un mestolo, realizziamo i fori distanziandoli tra loro.

Farciamo i fori con la crema di nocciole lasciandola cadere dal cucchiaino.

Tagliamo in quadrotti e gustiamo subito.

Tips

Potete ricoprire la superficie del vostro dolce con dello yogurt greco per rimanere visivamente più vicini all'originale.
A scelta il numero dei fori da realizzare e l'aggiunta di altri ingredienti come frutta fresca (mirtilli ad esempio) .




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento