Search Menu
 
Cookie policy
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
HERICIUM | Il fungo medicinale della salute del sistema nervoso e gastrointestinale
HERICIUM Il fungo medicinale della salute del sistema nervoso e gastrointestinale

HERICIUM
Il fungo medicinale della salute del sistema nervoso e gastrointestinale

Data: 27 ottobre 2021

Ha uno strano aspetto, affascinante e misterioso, un fungo a cui sono stati conferiti nomi insoliti: Criniera di Leone, Testa di Scimmia, Testa d’Orso, Testa di Maiale, Barba Bianca, Barba di Vecchio. In Giappone l’Hericium è noto principalmente con il nome Yamabushitake = “coloro che dormono sui monti”, riferito ai monaci eremiti della setta Shugendō del buddhismo ascetico, ha una somiglianza col “suzukake”, la tipica giacca indossata dai monaci buddisti e veniva usato da essi come tè per migliaia di anni, per migliorare la potenza del cervello e aumentare la capacità di concentrazione durante la meditazione.

Hericium: che cos'è e a cosa serve

Zuppa con Hericium

È un fungo culinario quanto medicinale, alcuni lo associano al sapore dei frutti di mare, dalla consistenza un pò gommosa.

 

Cosa ci insegna la Medicina Orientale

Nella medicina tradizionale cinese e giapponese il suo utilizzo risale a centinaia di anni fa, dove l’Hericium Erinaceus veniva prescritto per disturbi allo stomaco e ad altri fastidi gastrointestinali. In Nordamerica, i nativi americani lo usavano come antiemorragico e lo applicavano essiccato in polvere sulle ferite per fermare il sanguinamento.

È uno dei funghi medicinali più rispettati e utilizzati dalle medicine orientali e tradizionali grazie alla presenza dei suoi elementi bioattivi estratti dal suo corpo fruttifero o micelio che possiedono proprietà antiossidanti, antidiabetiche, antitumorali, antinfiammatorie, antimicrobiche, ipoglicemizzanti e proprietà ipolipidemiche. Il grande potenziale terapeutico dei suoi componenti neutrofici è di recente nell’interesse della ricerca, in particolare per il trattamento dei disturbi neurologici - cognitivi, inoltre pare essergli stati attribuiti effetti antinfiammatori e antiossidanti a livello nervoso dall’ulteriore potenziale neuroprotettivo.

Erinacine ed Ericenoni

I responsabili di questo particolare effetto neurotropico di grandissimo potenziale si riferisce principalmente a due classi di composti, le erinacine e gli ericenoni, potentissimi bioattivi in grado di attraversare la barriera ematoencefalica e capaci di indurre l’espressione genica del fattore di crescitaneuronale (NGF –Nerve Growth Factor) a livello cerebrale in maniera unica a livello naturale. Proprio grazie a questa caratteristica è attuale il grande interesse sull’Hericium anche da parte della ricerca clinica occidentale, che si è avvicinata abbattendo il “moderno razionale scetticismo scientifico”, per il suo potenziale impiego in ambito del sistema nervoso su patologie degenerative, ma anche come neuroprotettivo, nootropo, con apprezzabili effetti sugli stati d’ansia e come antidepressivo. Da anni personalmente ho imparato ad apprezzarlo e, come già molti esperti lo definiscono, lo considero un vero toccasana per la comunicazione neurocognitiva, un vero “antiaging” dei nostri neuroni grazie appunto agli ericenoni che contiene, che aiutano il cervello a produrre più fattore di crescita nervosa, e alle sue erinacine attraversano facilmente la barriera emato-encefalica per mantenere i neuroni forti e sani, stimolare la riparazione e la creazione di nuovi, potenziando l’efficienza di vari neurotrasmettitori e la comunicazione neurocognitiva, migliorando l’umore, eliminando il “brain fog” (annebbiamento mentale) nelle fasi di particolare affaticamento.

Come tutti i funghi medicinali, contengono elevate quantità di beta-glucossilano antiossidante e altri quattro polisaccaridi e polipeptidi che hanno un impatto significativo sul rafforzamento del sistema immunitario. A livello gastro-intestinale ha effetti antinfiammatori e prebiotici che lo rendono particolarmente efficace in tutte le patologie infiammatorie (ma anche infettive) come ad esempio per la gastrite, il reflusso gastroesofageo, l’esofagite di Barrett ma anche verso da problematiche croniche dell’intestino quali il morbo di Crohn, la rettocolite ulcerosa.

Un “toccasana” che apporta il suo supporto alle mucose del sistema digerente, dall’esofago all’ano, coadiuvando il riequilibrio della flora intestinale, inibendo la crescita di E. coli e di altri patogeni intestinali, sfiammando le mucose (vedi stomaco) ripristinandone l’integrità e correggendo situazioni di alterata permeabilità dove si dimostra un interessante coadiuvante esplicando una azione rigenerante dell’epitelio intestinale.

 

Bibliografia:
Khan MA, Tania M, Liu R, Rahman MM. Hericium erinaceus: an edible mushroom with medicinal values. J Complement Integr Med. 2013 May
24;10:/j/jcim.2013.10.issue-1/jcim-2013-0001/jcim-2013-0001.xml. doi: 10.1515/jcim-2013-0001. PMID: 23735479.
Friedman M. Chemistry, Nutrition, and Health-Promoting Properties of Hericium erinaceus (Lion’s Mane) Mushroom Fruiting Bodies and Mycelia
and Their Bioactive Compounds. J Agric Food Chem. 2015 Aug 19;63(32):7108-23. doi: 10.1021/acs.jafc.5b02914. Epub 2015 Aug 5. PMID: 26244378.
Lai PL, Naidu M, Sabaratnam V, Wong KH, David RP, Kuppusamy UR, Abdullah N, Malek SN. Neurotrophic properties of the Lion’s mane medicinal
mushroom, Hericium erinaceus (Higher Basidiomycetes) from Malaysia. Int J Med Mushrooms. 2013;15(6):539-54. doi: 10.1615/intjmedmushr.v15.
i6.30. PMID: 24266378.
Li IC, Lee LY, Tzeng TT, Chen WP, Chen YP, Shiao YJ, Chen CC. Neurohealth Properties of Hericium erinaceus Mycelia Enriched with Erinacines.
Behav Neurol. 2018 May 21;2018:5802634. doi: 10.1155/2018/5802634. PMID: 29951133; PMCID: PMC5987239.
Saitsu Y, Nishide A, Kikushima K, Shimizu K, Ohnuki K. Improvement of cognitive functions by oral intake of Hericium erinaceus. Biomed Res.
2019;40(4):125-131. doi: 10.2220/biomedres.40.125. PMID: 31413233.
Mori K, Inatomi S, Ouchi K, Azumi Y, Tuchida T. Improving effects of the mushroom Yamabushitake (Hericium erinaceus) on mild cognitive impairment:
a double-blind placebo-controlled clinical trial. Phytother Res. 2009 Mar;23(3):367-72. doi: 10.1002/ptr.2634. PMID: 18844328.
Wong KH, Naidu M, David RP, Bakar R, Sabaratnam V. Neuroregenerative potential of lion’s mane mushroom, Hericium erinaceus (Bull.: Fr.) Pers.
(higher Basidiomycetes), in the treatment of peripheral nerve injury (review). Int J Med Mushrooms. 2012;14(5):427-46. doi: 10.1615/intjmedmushr.
v14.i5.10. PMID: 23510212.
Ratto D, Corana F, Mannucci B, Priori EC, Cobelli F, Roda E, Ferrari B, Occhinegro A, Di Iorio C, De Luca F, Cesaroni V, Girometta C, Bottone MG,
Savino E, Kawagishi H, Rossi P. Hericium erinaceus Improves Recognition Memory and Induces Hippocampal and Cerebellar Neurogenesis in
Frail Mice during Aging. Nutrients. 2019 Mar 27;11(4):715. doi: 10.3390/nu11040715. PMID: 30934760; PMCID: PMC6521003.
Kawagishi, H. et al. Hericenones C, D, and E, stimulators of Nerve Growth Factor synthesis, from the mushroom Hericium erinaceum. Tetrahedron
Lett. 1991; 32, 4361-4564.
Kawagishi, H. et al. The Inducer of the Synthesis of Nerve Growth Factor from Lion’s Mane (Hericeum erinaceum). Explore! 2002; 11(4): 4-51.
Kawagishi, H. et al. Erinacines, E, F, and G, stimulators of nerve growth factor synthesis, from the mycelia of Hericium erinaceum. Tetrahedron
Lett. 1996; 37: 7399-7402.
K Mori, Y Obara, M Hirota, Y Azumi, S Kinugasa, S Inatomi, and N Nakahata Nerve growth factor-inducing activity of Hericium erinaceus in 1321N1
human astrocytoma cells. Biol Pharm Bull, Sep 2008; 31(9): 1727-32
Mori K, Obara Y, Hirota M, Azumi Y, Kinugasa S, Inatomi S, Nakahata N. Nerve growth factor-inducing activity of Hericium erinaceus in 1321N1
human astrocytoma cells. Biol Pharm Bull. 2008 Sep;31(9):1727-32. doi: 10.1248/bpb.31.1727. PMID: 18758067.
Nagano M, Shimizu K, Kondo R, Hayashi C, Sato D, Kitagawa K, Ohnuki K. Reduction of depression and anxiety by 4 weeks Hericium erinaceus
intake. Biomed Res. 2010 Aug;31(4):231-7. doi: 10.2220/biomedres.31.231. PMID: 20834180.
Chong PS, Fung ML, Wong KH, Lim LW. Therapeutic Potential of Hericium erinaceusfor Depressive Disorder. Int J Mol Sci. 2019 Dec 25;21(1):163. doi:
10.3390/ijms21010163. PMID: 31881712; PMCID: PMC6982118.
Wong JY, Abdulla MA, Raman J, Phan CW, Kuppusamy UR, Golbabapour S, Sabaratnam V. Gastroprotective Effects of Lion’s Mane Mushroom
Hericium erinaceus (Bull.:Fr.) Pers. (Aphyllophoromycetideae) Extract against Ethanol-Induced Ulcer in Rats. Evid Based Complement Alternat
Med. 2013;2013:492976. doi: 10.1155/2013/492976. Epub 2013 Nov 5. PMID: 24302966; PMCID: PMC3835629. Shang X, Tan Q, Liu R, Yu K, Li P, Zhao GP. In
vitro anti-Helicobacter pylori effects of medicinal mushroom extracts, with special emphasis on the Lion’s Mane mushroom, Hericium erinaceus
(higher Basidiomycetes). Int J Med Mushrooms. 2013;15(2):165-74. doi: 10.1615/intjmedmushr.v15.i2.50. PMID: 23557368.
Qin M, Geng Y, Lu Z, Xu H, Shi JS, Xu X, Xu ZH. Anti-Inflammatory Effects of Ethanol Extract of Lion’s Mane Medicinal Mushroom, Hericium erinaceus
(Agaricomycetes), in Mice with Ulcerative Colitis. Int J Med Mushrooms. 2016;18(3):227-34. doi: 10.1615/IntJMedMushrooms.v18.i3.50. PMID:
27481156.
Wang M, Konishi T, Gao Y, Xu D, Gao Q. Anti-Gastric Ulcer Activity of Polysaccharide Fraction Isolated from Mycelium Culture of Lion’s Mane
Medicinal Mushroom, Hericium erinaceus (Higher Basidiomycetes). Int J Med Mushrooms. 2015;17(11):1055-60. doi: 10.1615/intjmedmushrooms.
v17.i11.50. PMID: 26853960.




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento