Integrazione Estratti d'erbe

Come curare il raffreddore: sintomi, cause e rimedi

Come curare il raffreddore: sintomi, cause e rimedi

di in Integrazione - Estratti d'erbe

ultima modifica: 23 novembre 2016

  italiano change italiano english français español


Il raffreddore è una delle malattie più comuni e causa infezione del tratto superiore delle vie respiratorie. La cura migliore per combattere il raffreddore consiste nello stimolare le difese naturali dell'organismo. Scopriamo come.

Raffreddore

Il raffreddore è un'infezione del tratto superiore delle vie respiratorie causata da più di duecento virus che si diffondono per via aerea, tramite starnuti o colpi di tosse, o per contatto con oggetti infetti. Le mucose che rivestono il naso e la gola reagiscono all'invasione del virus gonfiandosi e secernendo un'ulteriore quantità di muco. Ne conseguono congestione, starnuti, tosse, mal di gola e una sensazione di malessere generale, che rappresentano il meccanismo attraverso cui l'organismo espelle il virus e costringe a rallentare i ritmi e a riposare. Sebbene tale disturbo possa manifestarsi in qualunque periodo dell'anno, è più frequente durante l'autunno e l'inverno, e colpisce soprattutto soggetti il cui sistema immunitario risulta depresso a causa di superlavoro, disturbi persistenti o alimentazione scorretta e sedentarietà.
La cura migliore consiste nello stimolare le difese naturali dell'organismo appena compaiono i ben noti sintomi. Quando il virus si insedia nel corpo, è possibile ricorrere alle terapie naturali che svolgono un'azione antivirale diretta, oltre a indurre il sistema immunitario a eliminare il virus. Gran parte dei raffreddori durano dai tre ai dieci giorni. Si raccomanda di non assumere farmaci da banco poichè i sintomi dell'affezione rappresentano il tentativo da parte delle difese immunitarie da rimuovere il virus. Di conseguenza, i medicinali che sopprimono la sintomatologia prolungano la durata del disturbo o possono provocarne la ricomparsa.
Distinguere un raffreddore dall'influenza non è sempre facile. Negli adulti l'influenza si manifesta con indolenzimento generale e febbre, sebbene anche il raffreddore sia talvolta associato a un lieve aumento della temperatura. Nei bambini, invece, la febbre rientra tra i sintomi normali del disturbo. Qualora i sintomi del raffreddore persistano o siano accompagnati da secrezione di muco giallo o verdastro, si raccomanda di consultare un medico in quanto potrebbe trattarsi di allergia o di un'infezione differente, ad esempio sinusite.
L'insorgenza di oltre due raffreddori all'anno in età adulta può essere indice di un'intossicazione soggiacente dell'organismo. Secondo alcuni ricercatori, il corpo si serve del virus del raffreddore per disintossicarsi attraverso l'eliminazione del muco e l'inappetenza, cosa sicuramente vera in alcuni casi. Inoltre, tra le cause prime di raffreddori ricorrenti potrebbe esservi un indebolimento del sistema immunitario determinato da uno stile di vita scorretto.

 

SINTOMI

  • Rinorrea (naso che cola)
  • Starnuti
  • Congestione
  • Tosse
  • Mal di gola
  • Linfonodi gonfi
  • Spossatezza
  • Inappetenza
  • Febbre moderata (talvolta nei bambini può essere alta)

CAUSE PRIME

  • Intossicazione dell'organismo
  • Sistema immunitario compomesso a causa dello stile di vita, carenza nutrizionali e alti livelli di stress

TRATTAMENTO


Dieta

Alimenti consigliati:

Consumare pasti leggeri. Le verdure cotte al vapore, le zuppe, il brodo e le tisane a base di erbe consentono all'organismo di concentrarsi sul processo di guarigione anziché sulla digestione. In caso di inappetenza, non sforzarsi di mangiare.
Poiché è essenziale mantenere il corpo idratato, bere acqua pura e altri liquidi in abbondanza (si vedano le considerazioni sullo zucchero e i succhi nel paragrafo seguente) per espellere le tossine ed evitare che la mucosa delle vie respiratorie si secchi.
Si suggerisce di aumentare il consumo di zenzero, cipolle e aglio e di provare ad aggiungere uno o più di questi alimenti alla zuppa di pollo o al miso.
L'acqua calda con limone, miele e cannella è un rimedio tradizionale contro il raffreddore. Bene una tazza ogni due ore per calmare il fastidio alla gola e al torace, prevenire l'accumulo di muco e stimolare una salutare sudorazione.

 

Alimenti da evitare:

Lo zucchero riduce il numero di globuli bianchi prodotti dall'organismo e compromette il sistema immunitario. Si consiglia pertanto di eliminare gli zuccheri raffinati dalla dieta durante il periodo di malattia. E' anche importante consumare con cautela i succhi. Infatti, sebbene costituiscano una cura tradizionale contro il raffreddore, i succhi di frutta - in particolare il succo d'arancia - contengono solitamente più zuccheri che vitamina C. Prima di berli, si suggerisce di diluirli.
Durante il raffreddore, evitare il consumo di latte e latticini poiché stimolano la secrezione di muco e aggravano i sintomi.

Sette prescrizioni fondamentali - Raffreddore
Prescrizione n. 1
Rimedio omeopatico combinato contro il raffreddore
Ai primi sintomi di raffreddore assumere una dose di rimedio combinato contro il raffreddore quattro volte al giorno per tre giorni. Qualora si noti un miglioramento, si interrompa l'assunzione a meno che non si assista alla ricomparsa dei sintomi. Se non si traggono benefici durante le prime ventiquattr'ore, scegliere tra i rimedi elencati nella sezione «Omeopatia» quello che meglio si adatta alla propria sintomatologia.
Prescrizione n. 2
Echinacea (Echinacea purpurea) e idraste (Hydrastis canadensis)
Un prodotto combinato di echinacea e idraste irrobustisce la funzione immunitaria. In particolare, l'echinacea è un agente antivirale.
Avvertenza: in assenza di secrezione di muco utilizzare solo l'echinacea. Assumere 500 mg o da 2 a 4 ml di tintura quattro volte al giorno
Prescrizione n. 3 Lomatium (Lomatium dissectum
Assumere 500 mg o da 2 a 4 ml di tintura quattro volte al giorno. Il lomatium è un potente antivirale.
Prescrizione n. 4 Vitamina C
Assumere 1.000 mg da tre a quattro volte al giorno. Ridurre il dosaggio in caso di diarrea. La vitamina C rafforza il sistema immunitario aumentando l'attività dei globuli rossi.
Prescrizione n. 5 Zinco
Assumere da 15 a 25 mg di zinco in pastiglie (zinco gluconato o acetato) ogni due ore per quattro giorni. Lo zinco stimola la risposta immunitaria e può svolgere un'azione antivirale. Gli spray nasali allo zinco potrebbero rivelarsi più efficaci. Attenersi alla posologia riportata sulla confezione.
Prescrizione n. 6 Zenzero (Zingiber officinale)
Assumere 500 mg sotto forma di capsule o bere una tisana fresca quattro volte al giono. Lo zenzero è utile per il mal di gola e i colpi di freddo.
Prescrizione n. 7 Astragalo (Astragalus membranaceus)
Assumere da 500 a 1.000 mg o 3 ml di tintura da due a tre volte al giorno. L'astragalo costituisce un trattamento eccellente per prevenire il raffreddore. Non assumere in caso di febbre.

Riferimenti bibliografici

Heisel, O. et al., «Echiniguard treatment shortens the course of the common cold: A double-blind, placebo-controlled clinical trial», European Journal of Clinical Research, n.9, 1997, pp. 261-268
Hemila, H., «Does vitamin C alleviate the symptoms of the common cold? - a review of current evidence», Scandinavian Journal of Infectious Diseases, n.26, 1994, pp. 1-6

Tag: come curare il raffreddore in modo naturalecurare il raffreddorecurare raffreddore dietaraffreddoreraffreddore alimenti da evitareraffreddore farmaciraffreddore prescrizioniraffreddore rimedi naturaliraffreddore sintomiraffreddore trattamenti

Articoli consigliati:

Erbe e spezie un aiuto per il tuo benessere

I condimenti, le erbe, le spezie e gli estratti derivano generalmente da materie prime commestibili. Hanno di solito scarso valore nutritivo… leggi tutto

Tutto ciò da sapere sulla caffeina per un buon pre-workout.

La caffeina: cos'è e come può tornarci utile nella vita di tutti i giorni ma, soprattutto, negli allenamenti. Consigli, dosaggi e effetti collaterali. leggi tutto

Proprietà ed effetti del Tribulus Terrestris

Il Tribulus Terrestris è una pianta erbacea perenne che cresce come una pianta annuale estiva anche in zone aride; è spesso utilizzata per realizzare… leggi tutto