Search Menu
Cambio di stagione: perchè ci si sente stanchi?
Cambio di stagione: perchè ci si sente stanchi?

Cambio di stagione: perchè ci si sente stanchi?

Data: 23 settembre 2020
Per qualcuno l'autunno potrebbe essere la stagione dei colori più belli dell'anno, i mesi della rinascita e dei buoni propositi ma le giornate si accorciano e le ore di luce diminuiscono e, per qualcuno, questo periodo significa soltanto autunno e tristezza.
 
È un disturbo poco conosciuto ma possiede tutte le caratteristiche che possono renderlo una patologia: è il SAD; il disordine affettivo stagionale o Winter blues (tristezza invernale) che, all'arrivo dell’autunno, scatena situazioni di malessere come insonnia, stanchezza, depressione e stati di tristezza.
 

Chi soffre di winter blues?

 
Non colpisce proprio tutti ma meglio non sottovalutare alcuni segnali
 
Come succede riguardo a tanti disturbi legati agli stati d'animo; anche il disordine affettivo stagionale colpisce, in particolare, le persone che si ritrovano spesso fragili di fronte a tante situazioni.
Sono le persone che si perdono d'animo in fretta con quella ridotta capacità di guardare il lato positivo degli accadimenti e saper tenere testa ai cambiamenti.
 
stanchezza perenne, voglia di carboidrati; in particolare dolci, mal di testa, insonnia: tutti sintomi da non trascurare!
 
Con l'arrivo dell'autunno assistiamo ad una riduzione delle ore di luce.
Questo cambiamento porta con sè una serie di effetti che sono spesso indice di winter blues.
Il sentirsi irritabili e avere voglia di piangere, stanchezza, mancata concentrazione, sonnolenza, forte desiderio di carboidrati e zuccheri e tendenza ad ingrassare; sono questi i sintomi che fanno pensare ad una depressione stagionale.
Il vedere le giornate sempre più corte influisce sull’ ipotalamo e, dunque, sulla produzione di melatonina e seretonina.
Mentre la prima si alza portando con sè spossatezza e sonnolenza; la seretonina si abbassa favorendo stati emozionali negativi.
 

La luce solare: la più potente medicina naturale

 
Godere della luce solare rimane il rimedio più efficiente per contrastare la tristezza stagionale.
La pratica di sfruttare la luce del sole, per intervenire su tanti disagi, ha origini molto antiche.
Da sempre, il sole rappresenta la vita, l'energia, il positivo.
 
 
Il sole influenza la nostra vita quotidiana:
regola i ritmi circadiani, il ciclo sonno-veglia, il nostro umore..
 
Gli antichi Greci e gli Egizi si avvalevano del sole per curare la pelle mentre i Romani erano soliti esporsi al sole e all'aria aperta per assorbirne tutti i benefici.
L'elioterapia diventa, nel tempo, la scienza terapeutica che si basa sull'esposizione ai raggi del sole e mezzo valido per curare disturbi di varia natura.
 

Combattere il SAD con la dieta e l'attività fisica

 
Una dieta equilibrata e ricca di macronutrienti risulta essere un valido aiuto per fronteggiare stanchezza e i disturbi legati al cambio di stagione.
 
Energizzanti naturali: i cibi contro la stanchezza
 
Esistono alimenti che sono in grado di ristabilire tono ed umore.
Sono i cibi che combattono la stanchezza e sono chiamati, appunto, energizzanti.
Composti da principi attivi con precise proprietà; sono capaci di restituire stati d'animo positivi e attivi.
Alcuni di questi alimenti sono energizzanti perchè intervengono direttamente sul sistema nervoso centrale e periferico.
 
 
I cibi nervini e i loro alcaloidi che agiscono come tonici e donano forza al corpo
 
Caffè, e cioccolato una triade ben nota in grado di intervenire direttamente sul sistema nervoso.
Dall'attivazione dell’adrenalina alla dilatazione dei vasi sanguigni; sono cibi e bevande con le più spiccate proprietà tonificanti ed energizzanti.
Semi di girasole, banane e spinaci; ottimi alimenti per il loro contenuto di magnesio.
Ed ancora; frutta e verdura, in particolare, quella a foglie verdi ricca di triptofano.
Via libera, inoltre, a mele, pere, uva, zucca e zucchine, noci e mandorle, per munirsi di potassio, fosforo e vitamine A, C ed E che combattono la stanchezza sia a livello muscolare che psicologico e risultano essere validi alleati per il sistema immunitario.
 
 
Endorfine: le sostanze del benessere prodotte naturalmente
 
Un posto di tutto rispetto per fronteggiare gli stati d'animo negativi legati al cambio di stagione, spetta all'attività fisica che permette il rilascio di endorfine e dona immediato benessere a tutto l'organismo.
Qualsiasi tipo di attività fisica può risultare utile per ritrovare la positività e le giuste energie.
Fare delle passeggiate all'aria aperta risulta utile anche per godere della luce del sole e beneficiare di tutti i suoi aspetti positivi.
 
Combattiamo il winter blues dedicandoci a noi stessi e facendo tesoro diquello che la natura ci mette a disposizione ricordandoci di dare importanza anche al riposo e alle ore di sonno.
 
Perchè un corpo riposato è, in fondo, un corpo già in equilibrio e positivo!



Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento