Search Menu
Guida all'acquisto dei ramponi da alpinismo
Guida all'acquisto dei ramponi da alpinismo

Guida all'acquisto dei ramponi da alpinismo

Autore:
Data: 01 luglio 2016

I ramponi sono attrezzi di fondamentale utilizzo per l'alpinismo su neve e ghiaccio. Ideati come evoluzione degli scarponi chiodati, i ramponi moderni sono realizzati con materiali e soluzioni tecniche molto evoluti, e si differenziano in base all'utilizzo specifico che puo' andare dal trekking facile su terreni innevati, all'alpinismo classico con attraversamento di ghiacciai, alle scalate impegnative di pareti ghiacciate o cascate di ghiaccio, alle vie di misto con roccia e ghiaccio.

 

Tipologie di ramponi

I ramponi sono costituiti da una struttura metallica che propone varie 'punte' che servono a massimizzare la presa nel ghiaccio o nella neve e da un sistema di allacciatura per calzare nella maniera più stabile possibile sugli scarponi da montagna.

I moderni modelli di ramponi si differenziano per varie caratteristiche:
- materiale di costruzione (principalmente acciaio o alluminio)
- numero e disposizione delle punte
- snodo tra parte anteriore e parte posteriore (oppure monoblocco rigido)
- sistema di allacciatura

 

Materiale di costruzione dei ramponi

I ramponi sono stati costruiti, sin dalla loro prima realizzazione, in materiale metallico (ferro o acciaio) che garantisce la giusta resistenza all'usura, particolarmente importante per questi attrezzi che sono sempre a contatto di neve, ghiaccio e anche roccia e sono sottoposti a movimenti e colpi molto deterioranti.
Oggi i ramponi sono realizzati principalmente nei seguenti materiali:
- acciaio (acciaio al cromo-molibdeno) : sono i modelli più pesanti ma anche i più resistenti all'usura, sono ancora i migliori per la progressione tecnica su ripidi pendii, dove e' necessario progredire frontalmente

Ecco un elenco di ramponi in acciaio:

#listprod(4372,4373,4374,27130,8934,19355,26530,27192,26521,26522,26531,28203,28206, 26516,2651,26519,26513,26514,15605,15606,31136,31296)

 

 

- alluminio : sono i ramponi più leggeri e comodi, anche se perdono un po' in resistenza; sono ottimi per alpinismo classico di medio livello con attraversamento di ghiacciai, escursioni su terreni con neve e ghiaccio, vie normali in quota, sci-alpinismo

Ecco un elenco di ramponi in alluminio:

#listprod(25709,13918,27262,27134,11232,27133,21604,21637,27194,27131,26523,26529,30924)

 

 


- leghe particolari, come l'acciaio sandvik-nanoflex : sono i ramponi di ultima generazione, ottimizzano peso e performance (con pero' un prezzo maggiore..)

Ecco un elenco di ramponi in leghe particolari:

#listprod(26650,8935,8936,22971,27195,8933,27026,27129)

 

 

Numero e disposizione delle punte - tipo di telaio e snodo

I ramponi si differenziano per il numero di punte, che sono le parti fondamentali per fare attrito e consentire la scalata su terreni innevati o ghiacciati. La maggior parte dei modelli di ramponi propongono 10 o 12 punte.

- Le versioni a 10 punte sono orientate soprattutto all'alpinismo classico e al trekking, sono meno tecnici delle versioni a 12 punte.

Ecco un elenco di ramponi a 10 punte:

#listprod(27195,22971,27131,27194,26530,27130)


- Le versioni a 12 punte garantiscono maggiore presa sul ghiaccio e sono ottimi per ogni genere di scalata su neve e ghiaccio, anche per scalate piu' tecniche su cascate e vie di misto


- Esistono ramponi che supportano fino a 14 punte, spesso modulabili e con possibilità di montare una monopunta anteriore: sono i ramponi piu' tecnici per scalate estreme su pendii verticali o strapiombanti, su cascate di ghiaccio, su vie in drytooling.

#listprod(22972,27129,27026,27052,8933)


- Alcuni modelli piu' semplici sono invece cosituiti da un mini-rampone con 6 punte oppure con 4 punte o con altre soluzioni. Sono ramponi specifici per trekking e per uso d'emergenza, quando per esempio si affronta una via di roccia (o una ferrata) con possibili attraversamenti di zone innevate. Questi ramponi solitamente non sono omologati secondo le norme CE EN o UIAA ed hanno prezzi contenuti.

Ecco un elenco di ramponi da trekking:

#listprod(13784,4369,11231,13778,27051,22975,25709)

Le punte dei ramponi
Le punte anteriori possono avere diverse lunghezze e forme: nei ramponi a 12 punte, le due punte anteriori sono sporgenti e curvate verso il basso, ottimizzate per affrontare pendii ripidi; nei ramponi tecnici per cascate di ghiaccio le punte anteriori sono ancor più 'aggressive', alcuni modelli consentono l'uso di una singola punta anteriore per particolari tecniche di scalata e anche una punta posteriore (sperone) per passaggi estremamente tecnici.

 

Struttura e Snodo

Oltre al numero di punte, i ramponi possono avere diversi sistemi di 'snodo' tra la parte anteriore (per la punta del piede) e la parte posteriore.
- I ramponi piu' tecnici, destinati alle salite di cascate di ghiaccio, risultano migliori se rigidi, quindi hanno generalmente un telaio a profilo verticale con monoblocco rigido o con fissaggio rigido; necessitano generalmente di essere calzati su scarponi a suola rigida; sono efficienti su pareti verticali e pendii ripidi, risultano pero' scomodi per lunghe camminate.
- i ramponi classici hanno un sistema semi-rigido, per garantire una buona precisione ma risultare comunque comodi anche per lunghe camminate
- i ramponi da trekking hanno le due parti (anteriore e posteriore) completamente snodate, con telaio a profilo orizzontale; garantiscono il massimo comfort nelle camminate e risultano anche meno soggetti alla formazione dello zoccolo; sono pero' poco efficienti e piu' faticosi nelle scalate su pendii ripidi e pareti verticali..

 


 

Sistemi di allacciatura dei ramponi da alpinismo

Il rampone deve adattarsi ai nostri scarponi, a cui va fissato con un sistema di aggancio / allacciatura.
Esistono tre diversi sitemi di allacciatura:

- allacciatura automatica: concepita per scarponi rigidi, sfrutta gli intagli - alloggiamenti presenti su punta e tallone dello scarpone; èil sistema di fissaggio più sicuro e veloce da agganciare ed è fondamentale per i ramponi tecnici con telaio rigido, quindi per utilizzo per alpinismo di alto livello, scalate su pendii ripidi e cascate di ghiaccio; è anche il miglior sistema per scarponi da sci-alpinismo;

ramponi allacciatura automatica

 

- allacciatura semi-automatica: utilizza il sistema automatico sul tallone, ma consente di allacciare la parte anteriore sulla punta del piede tramite lacci (o agganci comunque non automatici); è un ottimo compromesso per l'alpinismo tecnico, consente l'utilizzo di scarponi senza intagli sulla punta (scarponi ad esempio piu' precisi su roccia)

ramponi da alpinismo allacciatura semi-automatica

 

- allacciatura universale, a lacci: entrambi i punti di aggancio (punta e tallone) vengono effettuati con lacci e/o soluzioni con elementi che si adattano alla forma dello scarpone, adattabili e regolabili; soluzione ottima per alpinismo classico e trekking, è meno utile per alpinismo tecnico perchè non garantisce la massima stabilità del rampone; i vari costruttori hanno realizzato diversi sistemi di allacciatura classica, con fettucce e/o parti in materiale termoplastico, e lo identificano con diversi nomi: Wire binding / Cable binding / New Binding / Universal binding etc.

ramponi da alpinismo allacciatura universale

 

Alcuni modelli, come i Petzl Lynx e i Cassin Blade Runner, consentono di passare dall'allacciatura automatica a quella semi-automatica con accessori specifici.

#listprod(27052,27129,27026)

 

Certificazione dei ramponi

Come tutta l'attrezzatura destinata a sport 'pericolosi' come l'alpinismo, anche per i ramponi esistono delle regole di certificazione ed omologazione, decise da organismi internazionali. Nell'unione Europea per i ramponi la norma in vigore prende il nome di certificazione CE EN 893 : prevede che i ramponi vengano sottoposti (prima della commercializzazione di un nuovo modello) a prove di resistenza e deformazione delle punte e a prove di fatica su tutto il rampone, e anche a prove di resistenza del sistema di allacciatura. I ramponi conformi a questa certificazione, riportano la scritta EN893 come marcatura sul rampone o tra le note che accompagnano il prodotto. Praticamente tutti i modelli di ramponi oggi in commercio sono omologati alla norma EN 893; solo alcuni ramponi da trekking o semplici ramponcini anti-scivolamento possono essere privi di questa certificazione, perche' indirizzati a un utilizzo più leggero e facile (e spesso tali ramponcini hanno un prezzo molto inferiore ai ramponi da alpinismo certificati ed omologati).

Ecco una immagine riassuntiva dei test della norma EN893 e UIAA153, fornita dal sito ufficiale della UIAA:

Certificazione dei ramponi

 

Anti zoccolo

Un problema che si verifica spesso durante l'utilizzo dei ramponi da alpinismo è la formazione di uno 'zoccolo' di neve sotto il rampone stesso, con conseguente pericolo di perdita di attrito e spiacevoli scivolate.. In particolare la neve si accumula sotto i ramponi rigidi. Per ovviare a questo inconveniente esistono accessori specifici contro la formazione dello zoccolo di neve, chiamati 'anti zoccolo' o antipot / antibott : sono accesori montabili sul rampone, costituiti da una superficie plastica che contrasta l'accumulo di neve. Molti modelli di ramponi sono forniti con questo anti zoccolo già montato di serie.

#listprod(8937,16309)

 

Accessori

#listprod(29445,26532,15633,20524,8938,26534,30465,30661)

 

 

Attenzione
La pratica dell'alpinismo(progressione o arrampicata su ghiaccio, neve, roccia) necessita di un apprendimento e comporta dei rischi che possono portare alla morte o a gravi danni. Chiunque faccia uso di prodotti per alpinismo è comunque responsabile di possedere la conoscenza delle tecniche e delle misure precauzionali e si assume la responsabilità dei rischi legati a queste attività attribuibili ad un utilizzo non corretto del prodotto. I materiali non sono eterni, possono deteriorarsi con un uso intensivo e sopratutto con l’abuso. Prima di ogni utilizzo ispezionare il materiale da utilizzare senza esitare a sostituirlo.