Nutrizione Diete

Cosa significa cibo biologico? E quali vantaggi?

Cosa significa cibo biologico? E quali vantaggi?

di in Nutrizione - Diete

ultima modifica: 24 giugno 2016


Con il termine biologico si intende che gli alimenti non sono stati trattati con sostanze chimiche e sono stati coltivati su terreni sicuri: ma cosa significa questo per la nostra salute?

Alimenti biologici: una scelta di qualità superiore

Ogni anno sulle colture degli Stati Uniti vengono spruzzate oltre mezzo milione di tonnellate di pesticidi ed erbicidi, e supporre che le persone ingeriscano tali potenziali sostanze tossiche è una possibilità estremamente realistica.
Gli effetti a lungo termine dell'esposizione a pesticidi ed erbicidi non sono del tutto chiari, tuttavia sta cominciando ad emergere una quadro preoccupante.

Gli studi demografici condotti sulla popolazione adulta suggeriscono un legame con determinati tipi di tumori e patologie neurologiche.

In qualità di genitori e medici, non è saggio aspettare finchè qualche prova scientifica inconfutabile giunga ad associare definitivamente tali sostanze chimiche a varie patologie.

I pesticidi un tempo considerati sicuri e utilizzati per decenni ora sono vietati; ad esempio, recentemente è stata proibita la disinfestazione delle mele con metil-parathion, un tipo di insetticida organofosforato.

All'insegna del «Biologico»

Per quanto riguarda la salute, gli alimenti rappresentano uno dei pochi fattori ambientali su cui possiamo esercitare un controllo specifico.

E' difficile controllare l'aria che respiriamo all'esterno, a meno che non si traslochi in un'altra zona. Viceversa abbiamo la possibilità di controllare, almeno fino a un certo punto, quanto sia sicuro il cibo che ingeriamo, e lo si può fare acquistando alimenti biologici.
Con il termine biologico si intende che gli alimenti non sono stati trattati con sostanze chimiche e sono stati coltivati su terreni sicuri.

Coltivazione biologica certificata

E' bene cercare prodotti alimentari che rechino l'etichetta «da coltivazione biologica certificata».

Gli alimenti biologici potrebbero non essere totalmente privi di pesticidi a causa della contaminazione da colture adiacenti e di circostanze che sfuggono al controllo.

Uno studio di Consumer Reports del 1997 condotto su cinquanta chili circa di prodotti alimentari biologici e non (selezionati a caso da negozi sparsi per il paese) ha evidenziato che il 25% dei campioni biologici conteneva solo tracce di pesticidi, mentre nel 77% degli alimenti non biologici il contenuto di pesticidi era evidente.

E' vero che i prodotti biologici hanno un costo maggiore, ma è altrettanto vero che la salute vale tale prezzo.

Si consiglia dunque accortezza nell'acquisto dei seguenti tipi di frutta e verdura, in quanto contengono alcuni dei più elevati tenori di pesticidi tossici

  • Pesche
  • Mele
  • Pere
  • Uva
  • Fragole
  • Lamponi
  • Zucca invernale
  • Fagiolini
  • Spinaci
  • Patate

Anche i prodotti alimentari per l'infanzia sono contaminati da pesticidi e sostanze chimiche.
Fortunatamente, le marche più note attualmente immettono sul mercato prodotti proveninenti da colture e allevamenti biologici.

Un'alternativa accettabile all'acquisto di prodotti biologici è comprare frutta e verdura presso gli spacci delle aziende agricole locali, previa conoscenza delle aziende che non impiegano pesticidi nelle proprie coltivazioni.

E' anche possibile acquistare pollame e carni fresche provenienti da polli, pecore e bovini allevati con mangimi e foraggi privi di pesticidi nonché di ormoni e antibiotici.
Attualmente è anche disponibile latte da produzione biologica.

Superiorità nutrizionale dei prodotti biologici

Uno studio ha confrontato le quantità di minerali utili e tossici presenti in alimenti provenienti da colture biologiche e convenzionali.

Di seguito sono riportati i risultati, nettamente a favore dei prodotti biologici.

Minerali utili Minerali tossici
Boro - superiore del 70% nei prodotti biologici Alluminio - superiore del 40% nei prodotti da colture convenzionali
calcio - superiore del 63% nei prodotti biologici Cadmio - superiore del 5% nei prodotti biologici
Cobalto - uguale in entrambi i gruppi Mercurio - superiore del 25% nei prodotti da colture convenzionali
cromo - superiore del 78% nei prodotti biologici Piombo - superiore del 29% nei prodotti da colture convenzionali
ferro - superiore del 59% nei prodotti biologici
Fosforo - superiore del 91% nei prodotti biologici
iodio - superiore del 73% nei prodotti biologici
Litio - superiore del 118% nei prodotti biologici
magnesio - superiore del 138% nei prodotti biologici
molibdeno - superiore del 68% nei prodotti biologici
Nickel - superiore del 66% nei prodotti biologici
potassio - superiore del 125% nei prodotti biologici
rame - superiore del 48% nei prodotti biologici
Rubidio - superiore del 28% nei prodotti da colture convenzionali (minerale non auspicabile)
selenio - superiore del 390% nei prodotti biologici
silicio - superiore del 86% nei prodotti biologici
Sodio - superiore del 159% nei prodotti biologici
Stronzio - superiore del 133% nei prodotti biologici
Vanadio - superiore dell'8% nei prodotti biologici
zinco - superiore del 60% nei prodotti biologici
Zolfo - superiore del 20% nei prodotti biologici

Minerali utili e minerali tossici

Lavare bene frutta e verdura

Tutti gli alimenti, siano essi biologici o meno, devono essere lavati e puliti a fondo per eliminare i batteri nonché i pesticidi.

Per quanto riguarda la frutta a polpa morbida, ad esempio le pere, il problema risiede nel fatto che i pesticidi si accumulano nel torsolo del frutto.

Si raccomanda di lavare la frutta e la verura con detersivo per piatti o detergenti speciali che dissolvono i pesticidi.

Pesce

Come menzionato in precedenza, il pesce è un'eccellente fonte di proteine e acidi grassi essenziali. Sfortunatamente, è noto che determinate specie ittiche contengono mercurio e altre tossine in quantità pericolosamente elevate.

Nel riquadro che segue sono elencati i pesci ritenuti sicuri da contaminazioni di mercurio e quelli considerati a rischio o non sicuri.

La qualità e la sicurezza del pesce dipende dalle zone in cui ci si trova.

Pesci generalmente a basso tenore di mercurio Pesci generalmente ad elevato tenore di mercurio
Acciughe Aragosta
Aringa Cernia
Capesante (di allevamento) Halibut
Granchio Lutianide
Mahimahi Merlano nero (Oceano Atlantico)
Merlano nero (Oceano Pacifico) Merluzzo (Oceano Atlantico)
Merluzzo (Oceano Pacifico) Orange Roughy
Ostriche Oreo Dory
Pesce gatto Pesce spada
Platessa (Oceano Pacifico) Platessa (Oceano Atlantico)
salmone (Alaska) Scorfano
Sardine Scorfano atlantico
Tilapia (di allevamento) Sgombro
Vongole Spigola cilena
Spigola striata
Squalo
Tonno

Mercurio e inquinamento ittico

Tag: alimenti biologici cosa sonoalimenti biologici vantaggi e svantaggicibo biologico cosa ècibo biologico significatoprodotti biologici

Articoli consigliati:

Come ripartire correttamente le calorie e i macronutrienti?

Se si desidera sperimentare cambiamenti duraturi nel tuo corpo, stare in salute e aumentare la tua forma fisica, è utile analizzare in modo più… leggi tutto

Cheat meal: un eterno frainteso

Il cheat meal é un pasto che ha una sostanziosa densità di calorie in grado di dare una spinta momentanea al metabolismo dopo un periodo di calorie… leggi tutto

Come riprendere la dieta dopo l'estate (e non abbandonarla in autunno)

Con settembre è ufficialmente giunto il momento di mettere via ombrellone e ciabatte e riprendere in mano dieta sana e allenamento. Ma come rendere… leggi tutto