Search Menu
Pappa reale | A Cosa Serve e Perchè è Così Benefica?
Pappa reale A Cosa Serve e Perchè è Così Benefica?

Pappa reale
A Cosa Serve e Perchè è Così Benefica?

Data: 26 giugno 2020

La pappa reale è uno dei rimedi naturali tradizionali preferiti da intere generazioni ma perchè? Scopriamolo insieme!

 

Partiamo col dire che questa sostanza particolarissima è famosa per essere un eccezionale tonico e ricostituente naturale in grado di fortificare l'organismo a tutte le età e, essendo una sostanza generalmente sicura, è apprezzata anche dalle donne in stato gravidanza, in fase di allattamento e dai bambini.

Cos'è esattamente la pappa reale?

pappa reale nell'alveare

 

Considerato il prodotto più pregiato generato dalle api, la pappa reale si presenta come una sostanza bianca, lattiginosa e viscosa, dal sapore piuttosto acidulo e zuccherino, le cui attività biologiche sono dovute alla densa concentrazione di elementi nutritivi benefici.

 

Il nome pappa reale, o gelatina reale, deriva dal fatto che è l'alimento riservato all'ape regina e alle giovani larve reali durante i loro primi tre giorni di vita. Grazie alla pappa reale fresca, la larva reale cresce in maniera straordinaria e vive molto più a lungo rispetto alle altre api, arrivando fino a 3-4 anni.

Quando le api si accingono ad allevare una nuova regina, costruiscono celle speciali (celle reali), in fondo alle quali accumulano il cibo destinato all'alimentazione "super" delle larve regine.

 

Ecco che entra in gioco l'apicoltore, che preleva queste celle e, sacrificando le future regine, estrae le minuscole dosi di pappa reale ricca di micronutrienti. La pappa reale è composta da:

  • Acqua (65%),
  • Proteine (12%),
  • Lipidi (5-23%) compresi i fosfolipidi, gliceridi, cere e acidi grassi essenziali,
  • Zuccheri (9-16%)
  • Vitamine (A, complesso B, P e H),
  • Sali minerali (ferro, calcio, fosforo, magnesio, zinco, rame, acido folico e pantotenico),
  • Enzimi, che le conferiscono interessanti proprietà nutritive e ricostituenti. 

Anche se questi elementi benefici possono variare nella concentrazione, la composizione della pappa reale resta relativamente costante, a prescindere dalla colonia o dalla razza delle api. 

Pappa reale: i benefici

Ape operaia nutrice al lavoro nell'alveare

 

Il componente più pregiato è l'acido 10-idrossidecenoico, un grasso dall'attività antibatterica presente nella pappa reale fresca, che raggiunge la sua massima concentrazione nella fase di elaborazione nelle ghiandole faringee delle api nutrici, diminuendo a man mano che il prodotto invecchia. 

 

Questo principio attivo, assieme alla roialisina, una proteina dotata di proprietà antimicrobiche, rende la pappa reale un eccellente coadiuvante naturale contro la proliferazione dei batteri Inoltre, essendo fonte delle vitamine del complesso B, ha un'azione immunomodulante in grado di contribuire a potenziare il sistema immunitario e aiutare a modulare la produzione di anticorpi, aiutando a prevenire le malattie da raffreddamento e altri tipi di infezioni.

 

La tradizione "casalinga" vede nella pappa reale il più classico dei rimedi naturali tonici e ricostituenti sia per bambini che per adulti "sottotono" per qualsiasi ragione, poichè agisce come un adattogeno, incrementando il rendimento fisico e mentale, facilitando la memorizzazione e contrastando l'affaticamento. 

Perché dare pappa reale ai bambini

Un integratore di pappa reale in capsule.

 

Ampiamente utilizzata in ambito pediatrico come classico ricostituente per bambini in fase di crescita, la pappa reale vanta anche altre proprietà benefiche per i più piccoli:

  • Risveglia l'appetito
  • Stimola il metabolismo
  • Facilita l'assimilazione degli alimenti
  • Aumenta il tono generale dell'organismo

La pappa reale può essere consumata fresca o assunta sotto forma di integratore alimentare di pappa reale, dove spesso si trova in sinergia con altre vitamine e micronutrienti utili e maschera il sapore aspro originale con un po' di zucchero o miele, così da soddisfare il palato dei bimbi.

Quando prenderla

L'assunzione è particolarmente consigliata nei seguenti casi:

  • Nei periodi più o meno lunghi di affaticamento psicofisico.
  • Prima e durante i cambi di stagione.
  • Nella convalescenza.
  • In momenti di particolare stanchezza e di difficoltà di concentrazione, come prima degli esami o di eventi particolari.
  • Negli stati di anemia, denutrizione e anoressia, come mineralizzante
  • Per la salute del cuoio capelluto

In merito alle dosi, si hanno indicazioni differenti, per cui sarebbe consigliabile il suggerimento del medico, del pediatra o del nutrizionista. C'è chi consiglia 250mg al giorno e chi fino a 1g.  

 

Generalmente, viene consigliata durante i cambi di stagione, a primavera e in autunno e le dosi solitamente raccomandate sono di 500 mg per i bambini e 1 grammo per gli adulti, per almeno 30 giorni.  È meglio prenderla al mattino a stomaco vuoto. Se pura, possibilmente va sciolta sotto la lingua per consentire l'assorbimento tramite l'intervento delle ghiandole sublinguali, evitando quindi l'azione dei succhi gastrici.

 

La troviamo sotto forma di integratori di pappa reale liofilizzata o liquida in flaconcini, ma la si può consumare pura, con il miele o diluita in poca acqua zuccherata. L'importante è accertarsi della qualità della materia prima.

Controindicazioni

Pur essendo una sostanza completamente naturale e atossica, è comunque bene fare attenzione perché può presentare delle controindicazioni in termini di reazioni allergiche. In tal caso sono possibili veri shock anafilattici negli individui più predisposti già allergici al miele e ai prodotti derivati come la propoli.

 

 

 

 

Altre referenze

  • Olianna Gourli, Ten Royal benefits of royal jelly, Maggio 2018, Nutritionist Resource, https://www.nutritionist-resource.org.uk/memberarticles/ten-royal-benefits-of-royal-jelly
  • Visweswara Rao Pasupuleti, Lakhsmi Sammugam, Nagesvari Ramesh, and Siew Hua Gan, Honey, Propolis, and Royal Jelly: A Comprehensive Review of Their Biological Actions and Health Benefitsm, Oxid Med Cell Longev. 2017; 2017: 1259510.
    Published online 2017 Jul 26. doi: 10.1155/2017/1259510, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5549483/



Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento