Nutrizione Fitonutrienti

4 buoni motivi per usare la Curcuma

4 buoni motivi per usare la Curcuma

di in Nutrizione - Fitonutrienti

ultima modifica: 09 agosto 2019

  italiano change italiano english français deutsch español


La curcuma: proprietà e benefici di una spezia utilizzata da sempre in oriente come ingrediente saporito e rimedio per le infezioni, i disturbi al sistema digestivo e molto altro ancora.

Che cos'è la curcuma?

La curcuma è una spezia dal profumo inconfondibile  che nasce dalla pianta di curcuma e viene utilizzata da sempre nella medicina tradizionale indiana e cinese.

 

Comunemente usata nel cibo asiatico, ormai è stata introdotta con successo anche sulle nostre tavole, dove tinge  i piatti di giallo brillante grazie al caratteristico rizoma.

 

Ha un sapore caldo e amaro ed è spesso usata per aromatizzare o colorare curry, senape, burro e formaggi. Contiene una sostanza chimica di colore giallo chiamata curcumina, che viene spesso utilizzata per colorare alimenti e cosmetici.

 

Curcuma: a cosa serve?

La curcuma viene utilizzata da sempre sia dalla medicina Ayurvedica che dalla medicina tradizionale cinese per via del suo alto potere terapeutico dato dal suo principio attivo, la curcumina.

 

Negli alimenti e nella produzione, l'olio essenziale di curcuma viene adoperato nei profumi e la sua resina usata come un componente per arricchire il sapore e il colore degli alimenti.

 

Nel mondo occidentale sono stati effettuati numerosissimi studi per testare l' efficacia terapeutica della curcuma, specialmente come antinfiammatorio naturale.

Bisogna tenere presente però che la spezia, come ogni sostanza, pur essendo benefica per trattare i malanni di qui sopra non è una panacea per tutti i mali. Bisogna prendere con le pinze soprattutto alcuni recenti studi che la vedrebbero come un antitumorale.

 

Curcuma: proprietà e benefici

1. La curcumina è in primis un grande detossificante e antinfiammatorio, utilizzato da sempre per ridurre il dolore dovuto all'artrite e migliorare la funzionalità delle parti del corpo affette dalla malattia. Alevia gli effetti dell'infezione negli stati febbrili e favorisce la guarigione delle ferite superficiali e delle infezioni della cute, contribuendo a ridurre anche il fastidiosissimo prurito.

formula chimica della curcumina
Formula chimica della curcumina


2. La curcuma è una spezia virtuosa anche per la bellezza: i principi attivi della curcuma fanno parte della classe dei polifenoli, sostante presenti nei vegetali che sono universalmente riconosciute come un potenti antiassodianti in grado di contrastare l'invecchiamento cellulare e mantenere i tessuti giovani e sodi, anche se purtrippo sono scarsamente biodisponibili.

    Rizoma della curcuma   

    Il rizoma fortemente aromatico della curcuma

3. Da sempre conosciuta e utilizzata come un ottimo rimedio digestivo, la curcuma è usata da sempre per trattare i gonfiori, specialmente quelli addominali, e per migliorare gli stati di dissenteria e ulcera. La curcumina lavora inoltre a sostegno della funzionalità epatica portando sollievo nel caso di disturbi epatici e alla cistifellea.

 

Latte d'oro alla curcuma

 

Il "Golden milk" o "latte d'oro" è una bevanda benefica alla curcuma

 

4. Le proprietà toniche della curcuma assistono nel miglioramento dell'attività cardiocircolatoria, in particolare quando la spezia viene assunta insieme allo zenzero, che agisce da stimolante. È un toccasana anche per il cervello e il sistema nervoso specialmente nelle sindromi depressive, dove aiuta a riequilibrare i sistemi fisiologici dell'organismo.

Come usare la curcuma

Oltre che utilizzarla in cucina, la si può assumere con integratori di piperina e curcuma.

 

La presenza di zenzero ma soprattutto di pepe nero (e quindi di piperina) tra gli ingredienti aumenta in maniera esponenziale la biodisponibilità della curcumina, essendo stato ampiamente documentato che l'ingestione orale di curcuma da sola ha uno scarso assorbimento.

 

Questo particolare abbinamento è particolarmente benefico per prevenire e contrastare gli effetti negativi di stati infiammatori dovuti a svariate cause.

 

 

(Articolo scritto a partire dalle indicazioni del Dott. Gabriele Trapani)

Ti piace la curcuma? Come la usi? Faccelo sapere nei commenti!

Tag: ciborimedi naturali

Articoli consigliati:

Il Cardo Mariano e le sue mille virtù

Sin dai tempi più remoti, l'uomo utilizza il cardo mariano per allieviare le problematiche legate al mal funzionamento del fegato. Infatti le… leggi tutto

I benefici e le proprietà benefiche del Melograno

Il melograno contiene un pool di sostanze preziose per la salute, caratterizzate per lo più da un'elevatissima concentrazione di sostanze antiossidanti… leggi tutto

Bacche di Maqui | Un concentrato di antiossidanti e benefici

Le bacche di Maqui sono dei concentrati straordinari di antiossidanti, oltre ad avere un'alta concentrazione di vitamine, in particolare dei… leggi tutto