Obiettivo Per lei

L'estetica nella vita di una donna: quanto è importante?

L'estetica nella vita di una donna: quanto è importante?

di in Obiettivo - Per lei

ultima modifica: 17 ottobre 2016


Perché diventa così importante la questione estetica nella vita di una donna? Quanto è importante sentirsi in pace con il proprio corpo? Spunti di riflessione dalla personal Trainer Agnese Donati

Ho dato questo titolo all'articolo perché volevo trattare una tematica a mio avviso molto comune, in cui mi sono imbattuta spesse volte nella mia carriera sia agonistica che lavorativa.

Forse sarà perché quella sensibilità che spesso prevale in me accende il mio interesse per tutte quelle situazioni che fanno parte della vita di molti di noi, in cui anche solo per un minuto forse ci siamo rispecchiati tutti quanti.

Al di là della mia passione atletica prima per la ginnastica aerobica, poi per il Body Building, ho intrapreso un percorso universitario presso la facoltà di scienze motorie dello I.U.S.M. Di Roma dove oltre ad aver studiato le fondamentali tecnico-scientifiche sui cui fondare le basi della mia professione, ho appreso quanto la comunicazione e la predisposizione all' ascolto verso il prossimo siano essenziali caratteristiche che deve possedere un chinesiologo per poter avere successo e soddisfazione professionali.

Dalla nazionale italiana di ginnastica aerobica a personal trainer

Nove anni di lavoro in palestra, passando dall'allenamento delle ragazze della nazionale italiana di ginnastica aerobica ( FISAF), alla rieducazione motoria per anziani e come assistente in cliniche private; per arrivare alla decisione di focalizzare energie e passione sul lavoro one to one come personal trainer, poiché ritengo che raggiungere l'obiettivo del cliente e vederlo migliorare giorni per giorno sia il punto massimo di gratificazione per entrambi.

Detto questo non resterò a tediarvi con le mie vicissitudini passate, ma credevo che raccontare da dove venissi fosse importante.

Questa mia riflessione personale su un tema che sicuramente avrete già affrontato, vuole essere la prima di una serie di spunti che mi piacerebbe approfondire in futuro, si accettano suggerimenti!

Agnese Donati

La tenacia nel perseguimento degli obiettivi

Rileggendo i progressi fatti dai miei allievi mi accorgo che in effetti sono stati piuttosto evidenti nel corso di questi mesi.

La tenacia dimostrata già da subito li ha portati a realizzare qualcosa che per molti appare una azione del tutto ovvia: indossare il proprio abito preferito.

È facile dire che ci voglia determinazione, tempo, e forza di volontà; che in fondo basta solo voler rientrare in un certo peso il più delle volte attraverso vie piuttosto discutibili quali ad esempio dimezzare le calorie assunte quotidianamente o seguire la “dieta dell'ananas” trovata sul giornaletto di gossip dal parrucchiere; garantendo così un felice epilogo alla storia.

La questione è molto meno banale di quanto sembri.

La possibilità di entrare nella vita, nel cuore di una persona e lasciare che quest'ultima si fidi di te confidandoti le sue paure, i suoi problemi ed alle volte il suo trascorso fatto di sofferenze e spesso umiliazioni, necessita di una cura profonda ed attenta, si tratta di un “sentire” le emozioni positive o negative che lo hanno condotto a voler apporre un cambiamento alla sua esistenza.

Nelle persone che ho avuto l'onore di seguire mi sono sempre imbattuta in un desiderio da parte loro di ri-accettazione di se stessi, che parte da un voler modificare il proprio aspetto esteriore per riconciliarsi con l'anima.

 

Doversi accettare vedendo il corpo mutare inesorabilmente dopo una gravidanza o a seguito di un evento difficile della vita, costituisce l'abnegazione più grande per qualsiasi donna, un processo emotivo e mentale che conduce inevitabilmente a depressione, senso di inadeguatezza e voglia di sfogare la propria frustrazione sovente sul cibo, in qualsiasi sua forma o colore.

Perché allora diventa così importante la questione estetica nella vita di una donna?

Nella mia breve esperienza sia personale che lavorativa posso dire che il sentirsi in pace col proprio corpo rappresenta l'espressione più calzante della sicurezza in se stessi, il poter affrontare a viso aperto la vita è la gente senza sentirsi fuori luogo e di troppo.

Il giudizio altrui spesse volte compromette in maniera severa questo processo delicato ed emotivamente coinvolgente lasciando spazio alle insicurezze più profonde che trovano terreno fertile per affiorare.

Esse si manifestano nelle maniere più disparate: aspetto dimesso; abbigliamento, sia ginnico che non, molto largo e perfetto per evitare di lasciar intravedere alcuna forma fisica.

In ultima analisi certamente l'atteggiamento timido ed impacciato nonché poco rivolto alla socializzazione con gli altri in qualsiasi luogo sia lavorativo che nel tempo libero, specie se di sesso maschile.

Questi comportamenti tipici dell' emisfero femminile sono chiari segnali che la persona in questione non è nella condizione adatta ad aprirsi col mondo che la circonda, considerando irrisoria qualsiasi forma di attenzione nei suoi riguardi e credendo che ogni gesto volto ad inserirla in quel contesto sia motivo di scherno o, peggio ancora, quasi di compassione verso di lei.

Tutto ciò conduce ad uno stato di inidoneità perenne, facendole perdere sempre più la motivazione che l'ha spinta fin la a superare ogni sua paura, esitazione, ma soprattutto ogni suo limite autoimposto.

Agnese Donati

La consapevolezza della propria bellezza e femminilità per una donna corrisponde all'avere attenzioni e stima da parte del compagno o marito, e dalle persone che la circondano.

Ripartire da se' stessi, da cosa si vuole essere da quell'istante in poi è la vera missione, farsi aiutare da un'ottima guida sensibile ed attenta a gestire ogni insicurezza, è la prerogativa.

Per fortuna però le nuove frontiere della comunicazione, quali ad esempio questo blog, ci permettono di capire quali siano i rimedi ed i metodi tecnici per trovare una soluzione valida per ognuno di noi al fine di migliorare la nostra forma fisica, qualora non ne fossimo soddisfatti.

La forza di volontà può davvero fare moltissimo in questo processo mentale, ci può portare oltre qualsiasi ostacolo apparente e voltandoci indietro tutti i sentimenti negativi e tristi si trasformeranno in una risata di soddisfazione.

Scrivendo queste righe ho pensato che chi avrebbe letto l'articolo si sarebbe potuto identificare in molte delle caratteristiche sovraelencate, ma ho pensato sopratutto che ad ogni problema c'è una soluzione e partire dalla rivalutazione di noi stessi costituisce il piede giusto con cui cominciare questo nuovo percorso.

Tag: agnese donatiallenamento femminilebodybuilding femminile

Articoli consigliati:

Donne e palestra: la dieta di un'atleta Bikini in fase di preparazione

Vi siete mai chiesti come le atlete Bikini si preparano per una competizione? La NPC competitor e fitness coach Taylor Chamberlain ci illustrerà… leggi tutto

Lipoxan®: l'integratore del tutto naturale utile per il dimagrimento

Oggi vi parlerò del segreto che ho per tornare in forma dopo le varie feste e inevitabilmente le grandi mangiate... si chiama Lipoxan® ed è uno… leggi tutto

3 Esercizi per Glutei alti e sodi

Dedicato alle donne, ma non solo: la campionessa Bikini IFBB Aurora Giglio spiega e mostra con un video i 3 migliori esercizi per tonificare… leggi tutto