Nutrizione Vitamine e minerali

Il coenzima Q10 o vitamina Q: funzione, utilizzi e dosaggi

Il coenzima Q10 o vitamina Q: funzione, utilizzi e dosaggi

di in Nutrizione - Vitamine e minerali

ultima modifica: 27 dicembre 2017


Il coenzima Q10, conosciuto anche con il nome di ubiquinone o vitamina Q è una molecola organica, e più precisamente un benzochinone presente in ogni cellula dell'organismo strutturalmente simile alla Vitamina K e alla Vitamina E.

Il coenzima q10, conosciuto anche con il nome di ubiquinone o vitamina Q è una molecola organica, e più precisamente un benzochinone presente in ogni cellula dell'organismo strutturalmente simile alla Vitamina K e alla Vitamina E.

La principale funzione del coenzima Q10

La sua funzione primaria risulta l'agevolazione nella produzione di ATP in presenza di ossigeno, essenziale per mantenere una buona efficienza fisica.
Questa molecola si trova soprattutto nelle cellule degli eucarioti, nelle membrane biologiche e nei mitocondri dove è coinvolto nella produzione di energia.

Può essere presente in tre forme:

  • ossidata;
  • intermedia o semi-chinonica
  • ridotta (molto lipofilo)

I principali utilizzi del coenzima Q10

  • Nella prevenzione delle cardiopatie: secondo alcuni studi, il coenzima Q10 aiuterebbe a gestire l'insufficienza cardiaca congestizia quando assunto in combinazione con i farmaci convenzionali. Questa malattia si riscontrano bassi livelli di coenzima Q10 e diversi studi suggeriscono che gli integratori potrebbero contribuire a ridurre il gonfiore alle gambe e la presenza di liquido nei polmoni, rendendo così la respirazione più facile;
  • Nella prevenzione dell'ipertensione e dei danni ad essa associati;
  • Nella prevenzione e nella gestione delle patologie neurodegenerative:si riduce infatti in caso di dieta di cattiva qualità o malnutrizione, in seguito ad alcune terapie farmacologiche e in presenza di alcune patologie croniche (come malattie dell'apparato cardiovascolare, malattie neurodegenerative come il Parkinson, diabete, tumori) pertanto risulta interessante un suo utilizzo a prevenire e curare tali patologie;
  • Nella prevenzione dell'invecchiamento cellulare;
  • Nello sport l'azione mioprotettiva nei confronti dello stress ossidativo elicitato dall'esercizio fisico intenso: integratori alimentari a base di coenzima Q10 vengono sfruttati per contrastare la stanchezza, l’astenia, ridurre la sensazione di fatica, favorire il benessere a livello muscolare e in virtù del suo ruolo antiossidante, per contrastare il cosiddetto stress ossidativo indotto dai radicali liberi;
  • Ipercolesterolemia: come nel caso delle patologie neurodegenerative, le persone con alti livelli di colesterolo nel sangue tendono ad avere concentrazioni di coenzima Q10 più basse rispetto alla media, l'ipotesi dunque prevede un suo impiego come trattamento coadiuvante per l'ipercolesterolemia;

Dosaggi, fonti e modalità di assunzione

Fonti alimentari:

  • pesci grassi (salmone, tonno);
  • le carni di organi (fegato);
  • cereali integrali;
  • sardine e sgombri;
  • piante (la soia e gli spinaci);
  • germe di grano;
  • la frutta secca;
  • gli oli vegetali;

Il coenzima Q10 solitamente viene venduto nelle farmacie e sui siti di supplementi come integratore alimentare sia in capsule che in perle, singolarmente o in abbinamento ad altre sostanze come minerali (selenio) o vitamine (vitamina E).

La dose raccomandata è di 30 - 200 mg al giorno (apporto massimo giornaliero definito per questa sostanza).

Essendo Il coenzima Q10 una molecola liposolubile, risulta più utile una sua assunzionein concomitanza di  un pasto ricco di grassi per facilitarne l'assorbimento (ci sono supplementi in cui l'ubiquinone è associato all'olio di oliva).

Le possibili interazioni tra coenzima Q10 e farmaci

Risultano attualmente interazioni con alcuni farmaci, pertanto si consiglia sempre di consultarsi con il proprio medico prima di iniziare l’integrazione.

Alcuni sono:

  • chemioterapici antitumorali;
  • antipertensivi;
  • anticoagulanti;
  • betaxololo (per la terapia dell'ipertensione, dell'angina e del glaucoma).

 

Tag: coenzima q10 a cosa servecoenzima q10 fonti alimentaricoenzima q10 funzione primariacoenzima q10 interazioni farmaci

Articoli consigliati:

Riboflavina (Vitamina B2): proprietà e benefici

La riboflavina, o vitamina B2, è stata individuata per la prima volta nel 1879 nel latte sotto forma di un pigmento giallo-verde. Un'eccessiva… leggi tutto

Ferro: fonti alimentari, carenze e performance fisica

Il ferro è molto importante per la vita dell'uomo; ha un ruolo centrale nell'emoglobina dei globuli rossi, dove partecipa al trasporto dell'ossigeno… leggi tutto

Fermenti lattici o probiotici e salute della flora batterica intestinale

In questo periodo sentiamo spesso parlare di fermenti lattici, probiotici, prebiotici, senza sapere, generalmente parlando, di cosa si tratta. E'… leggi tutto