Search Menu
 
Cookie policy
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e offrirti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Il bodybuilding è uno sport... di testa
Il bodybuilding è uno sport... di testa

Il bodybuilding è uno sport... di testa

Data: 21 novembre 2016

In anni di allenamento ho avuto modo di scoprire che, come in ogni aspetto della vita, anche in palestra è la mente a fare la differenza. Al fine di ottimizzare ogni vostra seduta, mi permetto di consigliarvi di provare ad allenarvi veramente concentrati su ciò che state facendo.

Per un'oretta sono certo che potete rinunciare a consultare il vostro smartphone ogni due minuti, potreste addirittura spegnerlo.

Come prima cosa, prima di iniziare, dedicate qualche minuto a pensare all'allenamento che state per iniziare, al muscolo che andrete ad allenare ad inizio sessione, agli esercizi, le ripetizioni e le tecniche che adotterete.

Ciò vi aiuterà ad entrare in contatto con il muscolo stesso e preparerà la vostra mente ad affrontare gli sforzi ai quali state per sottoporviQuesta piccola meditazione iniziale predisporrà mente e corpo a dare il meglio.

Dal mio meglio punto di vista i momenti davvero fondamentali sono gli istanti appena prima dell'inizio della serie, potete chiudere gli occhi e focalizzare al meglio la zona in cui dovrete percepire il lavoro muscolare.

Potete addirittura immaginare in anticipo le sensazioni che volete sentire mimando una o due ripetizioni a vuoto.

Cercate di sentire in anticipo la contrazione che eseguirete a breve, avendola già immaginata sarà poi più semplice ottenerla durante la serie effettiva. Avrete così la sensazione che il vostro flusso sanguigno sappia già dove dirigersi per aumentare il vostro agoniato pump. Una predisposizione mentale di questo tipo favorirà in modo esponenziale la qualità dei vostri movimenti al fine di ottenere il massimo risultato.

Certo, se fate parte di quella scuola di bodybuilder a cui piacciono i pesoni con movimenti approssimativi, allora questo articolo non fa per voi. Continuate pure a far sbattere le piastre sui vostri bilancieri e a convivere con gli antidolorifici per le vostre articolazioni.

Vi garantisco che un approccio mentale di questo genere farà sì che ogni vostro movimento con i pesi si avvicini molto alla famosa "ripetizione ideale".

Ripeto sempre di cercare la sensazione e non la prestazione, siamo bodybuilder non powerlifter!

Ricordate sempre che tanti sono capaci di spostare ferro nelle palestre, ma pochissimi sono capaci di stimolare i propri muscoli!




Sharing is Caring!






FAI SENTIRE LA TUA VOCE!
Opinioni, dubbi, richieste: lasciaci un commento



Acquista in sicurezza su IAFSTORE
Sconto 10% extra sul primo ordine