Nutrizione

Il bergamotto: alleato delle nostre arterie

Il bergamotto: alleato delle nostre arterie

di in Nutrizione

ultima modifica: 14 giugno 2017


Il bergamotto è un agrume che da secoli viene coltivato in quelle terre che in antichità erano note sotto il nome di Magna Grecia. Questo frutto ha innumerevoli proprietà benefiche per l'organismo umano e viene impiegato per gli usi più svariati.

Assoluta novità in materia di terapie naturali per la salute cardiovascolare e sindrome metabolica è il prezioso agrume tipico di un fazzoletto di terra calabrese ovvero il "bergamotto". Ho scritto già in merito al mio particolare interesse che sta allargandosi alla classe medica più aggiornata.
Che dire... funziona! Il suo impatto sui parametri del colesterolo viene a galla da interessanti studi (uno italiano molto importante tra l'altro) che dimostrano di agire abbassando il colesterolo LDL e di alzare l'HDL, il colesterolo "buono", cosa che le tanto comuni (e spesso abusate) statine non fanno, oltre a portare antipatici effetti collaterali.

Ricordo che il colesterolo HDL è un importante "spazzino" e alleato delle arterie, ma pure un fattore serio di rischio cardiovascolare qualora i suoi livelli fossero troppo bassi quando ci si concentra spesso solo sull'HDL. Con particolari meccanismi d'azione grazie ai suoi speciali polifenoli, si ottiene pure una azione sfiammante della parete vascolare e quindi esplica una sorta di prevenzione alla formazione delle placche aterosclerotiche.
Certi sostengono che sia stato importato dalle isole canarie da Cristoforo Colombo altri propendono per Cina, Grecia o dalla Spagna, ma si dice pure che questo fantastico agrume sia autoctono della Calabria.
Da buon patriota sono sempre pronto a elevare le nostre "ricchezze" nazionali, e dobbiamo dire che oggi il Bergamotto viene coltivato in via esclusiva in una parte della provincia calabrese di Reggio Calabria, dove ha trovato il suo habitat favorevole, dove si produce il 90% della produzione mondiale.
L'olio essenziale, estratto dalla buccia, viene utilizzato sia per addolcire infusi o per produrre profumi di cui è la base, sia nella farmacopea per le sue proprietà disinfettanti, ma quello che emerge e ha sollecitato il mio interesse professionale, è quello di potente alleato fitoterapico, evidenziato da uno studio importante italiano, condotto dall'Università della Magna Grecia di Catanzaro, e i suoi risultati sono stati pubblicati sull'importante rivista scientifica Internation Journal of Cardiology, dove è emerso che l'assunzione di bergamotto contribuisce al controllo del colesterolo.
Si è infatti dimostrato (esperimento condotto su 237 pazienti, un buon numero direi) che somministrando per 30 giorni il succo di bergamotto a individui con colesterolo alto, dopo 30 giorni si aveva il 42% di aumento di HDL (colesterolo buono), un 38% di diminuizione di LDL (colesterolo cattivo), un 41% in meno di trigliceridi e una diminuizione fino al 25% della glicemia. Risultato più che interessante!
Se lo sentite, il suo succo è amaro per la presenza di naringina (tipo il pompelmo) ed è attivo, grazie al contenuto in polifenoli, nell'abbassare il tasso di colesterolo.
Il meccanismo che lo favorirebbe sarebbe da imputare alla presenza di due flavonoidi con attività simile a quella delle statine, che sono brutieridina e la melitidina. La natura ancora una volta (e Yamamoto Research) ci mette a disposizione elementi importantissimi per la salute che comunque dobbiamo tutelare sempre in primis con una sana alimentazione e una adeguata attività fisica.

Tag: bergamotto e colesterologli usi del bergamottole origini del bergamottoproprietà del bergamotto

Articoli consigliati:

6 motivi per cui le patate americane sono meglio di quelle normali

Nei supermercati cominciano a trovarsi sempre di più le patate dolci o americane, che hanno una forma ed un colore diverso da quelle a cui siamo… leggi tutto

La piramide alimentare

Tutti conosciamo la piramide alimentare, ma questo articolo cerca di approfondire i vari livelli analizzando di ciascuno le caratteristiche. leggi tutto

Insufficienze venose e problemi correlati

In questo trattato affronteremo un problema molto diffuso nelle donne, ma che anche negli uomini porta disagi e complicazioni. leggi tutto