Nutrizione Fitonutrienti

Aloe vera: benefici, proprietà e funzioni

Aloe vera: benefici, proprietà e funzioni

di in Nutrizione - Fitonutrienti

ultima modifica: 27 agosto 2015


Gli estratti di Aloe vera sono ampiamente utilizzati nei prodotti cosmetici e negli integratori alimentari. Una pianta dalle innumerevoli caratteristiche, proprietà, funzioni e modalità d'uso.

Aloe vera è una specie di pianta succulenta, spesso citata in ambito erboristico sin dal primo secolo dopo Cristo. Gli estratti di Aloe vera sono ampiamente utilizzati nei prodotti cosmetici e nella medicina alternativa. Tuttavia vi sono poche prove scientifiche sull'efficacia e la sicurezza degli estratti d'Aloe per scopi cosmetici e medicinali [1]; spesso in contraddizione da vari studi [2] [3] [4]

Descrizione

L'Aloe vera è una pianta grassa che cresce fino a 60-100 cm di altezza. Le foglie sono spesse e carnose, di colore verde o tendenti grigio verde, con alcune varietà che mostrano chiazze bianche sullo stelo [5]. Il margine della foglia è seghettato. I fiori sono prodotti in estate sul picco della pianta fino a 90 cm di altezza. Come le altre specie di Aloe, anche l'Aloe vera forma delle micorrize arbuscolari, un particolare tipo di associazione simbiotica che permette alla pianta un migliore assorbimento di acqua e nutrienti dal terreno. [6]

Le foglie di Aloe vera contengono sostanze fitochimiche in fase di studio per la possibile attività biologica, come mannani, mannani acetilati, polimannani, antrachinoni glicosidi, emodina e varie lecitine. [1] [7] [8]

Tassonomia ed etimologia

La specie ha una serie di sinonimi: A. barbadensis Mill., Aloe indica Royle, Aloe perfoliata L. var. vera e A. vulgaris Lam.[9] [10] La letteratura identifica la forma con macchie bianche sullo stelo come Aloe vera var. chinensis;[11][12] Tuttavia la specie varia ampiamente in materia di macchie [13] ed è stato suggerito che la forma di Aloe vera possa essere A. massawana.[14] Le specie sono state per la prima volta descritte da Carl Linnaeus nel 1753 come Aloe perfoliata var. vera,[15] e furono nuovamente descritte nel 1768 da Nicolaas Laurens Burman come Aloe vera in Flora Indica e da Philip Miller come Aloe barbadensis una decina di giorni dopo Burman nel Gardener's Dictionary [16]

Tecniche basate sul confronto del DNA suggeriscono che l'aloe vera è relativamente in stretta relazione con l' Aloe perryi, una specie endemica dello Yemen [17] Tecniche simili , utilizzando il confronto della sequenza DNA dei cloroplasti e l'analisi ISSR hanno anche suggerito che è strettamente legata a Aloe forbesii, Aloe inermis, Aloe scobinifolia, Aloe sinkatana, e Aloe striata.[18]

Con eccezione alla specie del Sud Africa A. striata, queste specie di Aloe sono native di Socotra (Yemen) , Somalia e Sudan [18] La mancanza di evidenti popolazioni naturali di specie ha portato alcuni autori a suggerire che l'Aloe vera può essere di origine ibrida [19]

Distribuzione

La gamma naturale dell'Aloe vera è poco chiara , in quanto la specie è stata ampiamente coltivata in tutto il mondo. Collocazioni naturali della specie si trovano nella parte meridionale della penisola arabica, attraverso il Nord Africa ( Marocco, Mauritania , Egitto), così come il Sudan e paesi vicini , insieme alle Canarie, Capo Verde , e le isole di Madeira.[9]

Tipica coltivazione di Aloe vera

Coltivazione di Aloe vera

Questa distribuzione è in qualche modo simile a quella dell' Euphorbia balsamifera, Pistacia atlantica; suggerendo che un tempo la specie ricopriva vaste aree, drasticamente ridotte a causa della desertificazione nel Sahara lasciando poche zone isolate. Infatti diverse specie strettamente legate (o talvolta identiche) si possono rinvenire sui due lati estremi del Sahara: dragon trees (Dracaena) e Aeonium sono due degli esempi più rappresentativi.

La specie è stata introdotta in Cina e varie parti del Sud Europa nel 17° secolo.[20] La specie è ampiamente presente anche altrove: nelle regioni temperate e tropicali dell' Australia, Barbados, Belize, Nigeria, Paraguay, Messico e negli Stati Uniti in Florida, Arizona e Texas.[21] Quindi l''attuale distribuzione della specie è stato suggerito essere il risultato della coltivazione umana.[22]

Coltivazione

L'Aloe vera è stata ampiamente coltivata come pianta ornamentale. La specie è molto popolare tra i giardinieri moderni come una pianta putativa medicinale e per i suoi fiori interessanti ,per la forma e per la succulenza. Questa succulenza consente alla specie di sopravvivere in aree a basse precipitazioni naturali che la rende ideale per giardini rocciosi e altri giardini con basso utilizzo dell'acqua.[5] La specie è resistente nelle zone 8-11, anche se è intollerante al gelo o alla neve.[6][23] La specie è relativamente resistente alla maggior parte dei parassiti, anche se acari, cocciniglie , e specie di afidi possono causare un declino della salute delle piante.[24][25] Nel vaso , la specie richiede di essere ben drenata; un terriccio sabbioso e condizioni luminose, tuttavia, le piante di Aloe possono bruciare troppo sotto il sole o possono accartocciarsi quando il vaso non scarica bene l'acqua. Pertanto i vasi di terracotta sono preferibili in quanto sono porosi.[26]

Aloe vera come pianta ornamentale

Aloe vera come pianta ornamentale

Quando crescono nel vaso, le piante di aloe diventano affollate di "figli" che crescono ai lati della "pianta madre", essi dovrebbero essere divisi e rinvasati per lasciare spazio per l'ulteriore crescita e per aiutare a prevenire infestazioni parassitarie. In inverno, le piante di Aloe vera, possono diventare dormienti, durante questo periodo è richiesta poca umidità. Nelle zone che sono soggette a gelo o neve, è meglio tenere la specie all'interno oppure in serre riscaldate.[6]

La produzione agricola di Aloe vera su larga scala è intrapresa in Australia, Bangladesh, Cuba, Repubblica Dominicana, Cina, Messico, India, Jamaica, Kenya, Tanzania e Sud Africa, insieme agli USA per rifornire l'industria cosmetica a base di gel di Aloe vera. [27][28][29][30][31]

Questa pianta ha guadagnato l'Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society'.[32]

Ricerca

Le prove scientifiche sull' efficacia cosmetica o terapeutica dell' aloe vera sono limitate e spesso contraddittorie.[2][3] Nonostante ciò, le industrie di medicina estetica ed alternativa regolarmente fanno affermazioni riguardanti le proprietà curative dell'aloe vera.[1][33] Le prove per quanto riguarda la guarigione delle ferite sono contraddittorie . Sono necessari maggiori dati e studi per definire più dichiarare l'efficacia clinica di questo rimedio popolare a base di erbe"[34] Uno degli studi ha concluso che l'Aloe non ha dimostrato di offrire una protezione dalle scottature per gli esseri umani.[34] In ogni caso servono ulteriori studi, ben progettati e con sufficienti dettagli sul contenuto dei prodotti di aloe vera per determinare l'efficacia della pianta."[35]

Il gel di Aloe vera è usato commercialmente come ingrediente di yogurt, bevande e di alcuni desserts,[36][37][38]

Integratori alimentari

La pianta di Aloe vera è un vero e proprio laboratorio chimico all'aperto, capace di sintetizzare un'infinita quantità di attivi quali: sali minerali, vitamine idro e liposolubili, proteine vegetali, aminoacidi essenziali, acidi organici, enzimi, polisaccaridi e composti antrachinonici - in un eccezionale mix bilanciato. Tutte queste attività si svolgono utilizzando soltanto acqua, sole e un terreno impoverito. La lavorazione della materia prima, dà come risultato gel e succo di Aloe vera non pastorizzato, e quindi preservato nella bio-attività. Con questa metodica le proprietà dell'Aloe vera non vengono alterate: ogni esigenza del consumatore trova la sua risposta con varie soluzioni e trattando ogni problematica dall'esterno (cosmesi) e dall'interno (succhi puri da bere, integratori alimentari).

Processo di lavorazione Aloe vera

Processo di lavorazione Aloe vera

Il succo di Aloe vera, ricavato direttamente dalla pianta fresca, è una bilanciata miscela di Aloe vera foglia interna e Aloe vera gel interno non filtrato, ottenuta attraverso processi di lavorazione a freddo che mantengono inalterati i componenti della pianta come se fosse appena colta. Il gel interno svolge una azione emolliente e lenitiva sul sitema digerente e favorisce le funzioni depurative dell'organismo. Il succo di Aloe vera da folia interna favorisce la regolarità del transito intestinale e coadiuva la funzione digestiva ed epatica.

Medicina tradizionale

L'aloe vera è usata nella medicina tradizionale come un trattamento multifunzione della pelle. Nella medicina ayurvedica è chiamato kathalai, come gli estratti di agave.[59] Le prime registrazioni sull'uso di Aloe Vera appaiono nel Papiro Ebers dal 16 ° secolo A.C. e in "De Materia Medica" di Dioscoride ed in Plinio il Vecchio in "Storia Naturale" - entrambe scritte verso la metà del I secolo D.C.

Merci / Prodotti

L'aloe vera è utilizzata sulla pelle del viso , dove è proposta come un prodotto idratante e anti- irritante. Società di cosmetici solitamente aggiungono linfa o altri derivati da Aloe vera a prodotti come il trucco, spugne/tessuti , creme idratanti , saponi, creme solari , incenso, crema da barba, o shampo. Un'analisi della letteratura accademica fa notare che la sua inclusione in numerosi prodotti per l'igiene è dovuto al suo " effetto idratante emolliente ".[8]

Drink di Aloe vera

Drink di Aloe vera

Altri usi potenziali per gli estratti di Aloe vera includono la diluizione del liquido seminale per la fecondazione artificiale di pecore [40], come conservante alimentare [41] o per la conservazione dell'acqua in piccole aziende agricole.[42] È stato anche suggerito che i biocarburanti potrebbero essere ottenuti da semi di Aloe vera.[43]

 

 

  1. Boudreau MD, Beland FA (2006). "An Evaluation of the Biological and Toxicological Properties of Aloe Barbadensis (Miller), Aloe Vera". J Environ Sci Health C Environ Carcinog Ecotoxicol Rev 24 (1): 103–54. doi:10.1080/10590500600614303. PMID 16690538. extract in various solvents has variable but significant antibacterial activity against the five clinical isolates used in this study. 
  2. Ernst E (2000). "Adverse effects of herbal drugs in dermatology". Br. J. Dermatol. 143 (5): 923–9. doi:10.1046/j.1365-2133.2000.03822.x. PMID 11069498. Oral and topical aloe vera is promoted for a variety of conditions but the evidence to support its use is not compelling. 
  3. Marshall JM (1990). "Aloe vera gel: what is the evidence?". Pharm J 244: 360–362. 
  4. Vogler BK, Ernst E (1999). "Aloe vera: a systematic review of its clinical effectiveness" (PDF). Br J Gen Pract 49 (447): 823–8. PMID 10885091.
  5. Yates A. (2002) Yates Garden Guide. Harper Collins Australia
  6. Gong M, Wang F, Chen Y (2002). "[Study on application of arbuscular-mycorrhizas in growing seedings of Aloe vera]". Zhong Yao Cai (in Chinese) 25 (1): 1–3. PMID 12583231
  7. King GK, Yates KM, Greenlee PG, Pierce KR, Ford CR, McAnalley BH, Tizard IR (1995). "The effect of Acemannan Immunostimulant in combination with surgery and radiation therapy on spontaneous canine and feline fibrosarcomas". J Am Anim Hosp Assoc 31 (5): 439–47. doi:10.5326/15473317-31-5-439. PMID 8542364. 
  8. Eshun K, He Q (2004). "Aloe vera: a valuable ingredient for the food, pharmaceutical and cosmetic industries--a review". Crit Rev Food Sci Nutr 44 (2): 91–6. doi:10.1080/10408690490424694. PMID 15116756.
  9. "Aloe vera, African flowering plants database". Conservatoire et Jardin botaniques de la Ville de Genève. Retrieved 2008-06-20. 
  10. "Taxon: Aloe vera (L.) Burm. f.". Germplasm Resources Information Network, United States Department of Agriculture. Retrieved 2008-07-16.
  11. Wang H, Li F, Wang T, Li J, Li J, Yang X, Li J (2004). "[Determination of aloin content in callus of Aloe vera var. chinensis]". Zhong Yao Cai (in Chinese) 27 (9): 627–8. PMID 15704580. 
  12. Gao W, Xiao P (1997). "[Peroxidase and soluble protein in the leaves of Aloe vera L. var. chinensis (Haw.)Berger]". Zhongguo Zhong Yao Za Zhi (in Chinese) 22 (11): 653–4, 702. PMID 11243179.
  13. Akinyele BO, Odiyi AC (2007). "Comparative study of the vegetative morphology and the existing taxonomic status of Aloe vera L.". Journal of Plant Sciences 2 (5): 558–563. doi:10.3923/jps.2007.558.563.
  14. Lyons G. "The Definitive Aloe vera, vera?". Huntington Botanic Gardens. Archived from the original on 25 July 2008. Retrieved 2008-07-11.
  15. Linnaeus, C. (1753). Species plantarum, exhibentes plantas rite cognitas, ad genera relatas, cum differentiis specificis, nominibus trivialibus, synonymis selectis, locis natalibus, secundum systema sexuale digestas. Vol. 2 pp. [i], 561–1200, [1–30, index], [i, err.]. Holmiae [Stockholm]: Impensis Laurentii Salvii.
  16. Newton LE (1979). "In defense of the name Aloe vera". The Cactus and Succulent Journal of Great Britain 41: 29–30.
  17. Darokar MP, Rai R, Gupta AK, Shasany AK, Rajkumar S, Sunderasan V, Khanuja S (2003). "Molecular assessment of germplasm diversity in Aloe spp. using RAPD and AFLP analysis". J Med. Arom. Plant Sci. 25 (2): 354–361.
  18. Treutlein J, Smith GF, van Wyk BE, Wink W (2003). "Phylogenetic relationships in Asphodelaceae (Alooideae) inferred from chloroplast DNA sequences (rbcl, matK) and from genomic finger-printing (ISSR)". Taxon 52: 193. doi:10.2307/3647389.
  19. Jones WD, Sacamano C. (2000) Landscape Plants for Dry Regions: More Than 600 Species from Around the World. California Bill's Automotive Publishers. USA.
  20. Farooqi, A. A. and Sreeramu, B. S. (2001) Cultivation of Medicinal and Aromatic Crops. Orient Longman, India. ISBN 8173712514. p. 25.
  21. "Global Compendium of Weeds Aloe vera (Aloeaceae)". Global Compendium of Weeds. Archived from the original on 3 June 2008. Retrieved 2008-06-20.
  22. "Aloe vera (Linnaeus) Burman f., Fl. Indica. 83. 1768." in Flora of North America Vol. 26, p. 411
  23. "BBC Gardening, Aloe vera". British Broadcasting Corporation. Retrieved 2008-07-11.
  24. "Pest Alert: Aloe vera aphid Aloephagus myersi Essi.". Florida Department of Agriculture and Consumer Services. Archived from the original on 12 June 2008. Retrieved 2008-07-11. 
  25.  "Kemper Center for Home Gardening: Aloe vera". Missouri Botanic Gardens, USA. Retrieved 2008-07-11.
  26. Coleby-Williams, J. "Fact Sheet: Aloes". Gardening Australia, Australian Broadcasting Corporation. Archived from the original on 6 July 2008. Retrieved 2008-07-08.
  27. "Korea interested in Dominican 'aloe vera'". DominicanToday.com—The Dominican Republic News Source in English. Retrieved 2008-07-19. 
  28. Varma, Vaibhav (11 December 2005). "India experiments with farming medicinal plants". channelnewsasia.com. 
  29. "Harnessing the potential of our aloe". Jamaica Gleaner, jamaica-gleaner.com. Retrieved 2008-07-19. 
  30.  "Kenya: Imported Gel Hurts Aloe Vera Market". allafrica.com. Retrieved 2008-06-25. 
  31. "US Farms, Inc. – A Different Kind of Natural Resource Company". resourceinvestor.com. Retrieved 2008-07-19.
  32. "RHS Plant Selector Aloe vera AGM / RHS Gardening". Apps.rhs.org.uk. Retrieved 2012-11-09.
  33. Kunkel. G. (1984) Plants for Human Consumption. Koeltz Scientific Books. ISBN 3-87429-216-9
  34. Feily A, Namazi MR (2009). "Aloe vera in dermatology: a brief review". G Ital Dermatol Venereol 144: 84–91.
  35. Maenthaisong R, Chaiyakunapruk N, Niruntraporn S, Kongkaew C (2007). "The efficacy of aloe vera used for burn wound healing: a systematic review" (PDF). Burns 33 (6): 713–8. doi:10.1016/j.burns.2006.10.384. PMID 17499928.
  36. Reynolds, Tom (Ed.) (2004) Aloes: The genus Aloe (Medicinal and Aromatic Plants - Industrial Profiles. CRC Press. ISBN 978-0415306720
  37. Armstrong, Liza. "Clean and green". Australian Broadcasting Corporation. Archived from the original on 24 May 2008. Retrieved 2008-06-20. 
  38. "Yagua unveils cosmeceutical beverage". Decision News Media. Retrieved 2008-06-20.
  39. Quattrocchi, Umberto (2012) CRC World Dictionary of Medicinal and Poisonous Plants: Common Names, Scientific Names, Eponyms, Synonyms, and Etymology (5 Volume Set) CRC Press. ISBN 978-1420080445
  40. Rodriguez F, Baldassarre H, Simonetti J, Aste F, Ruttle JL (1988). "Cervical versus intrauterine insemination of ewes using fresh or frozen semen diluted with aloe vera gel". Theriogenology 30 (5): 843–54. doi:10.1016/S0093-691X(88)80046-3. PMID 16726526.
  41. Serrano M, Valverde JM, Guillén F, Castillo S, Martínez-Romero D, Valero D (2006). "Use of Aloe vera gel coating preserves the functional properties of table grapes". J. Agric. Food Chem. 54 (11): 3882–6. doi:10.1021/jf060168p. PMID 16719510.
  42. "Water conservation". Chennai, India: The Hindu. 2008-07-10. Archived from the original on 2 August 2008. Retrieved 2008-07-14.
  43. Shukla, S. "Aloe Vera has biodiesel potential, reveals MSU study". The Indian Express. Retrieved 2008-06-21.

Articoli consigliati:

Astaxantina | Benefici e proprietà antiossidanti

L'astaxantina è un potente antiossidante naturale ricavato da microalghe rosse che aiuta a proteggere dai danni ossidativi molte parti del corpo… leggi tutto

Quercetina | Il Flavonoide dalle Proprietà Anti-age

La quercetina è un flavonoide dalle numerose proprietà benefiche, un pigmento vegetale che si trova in tantissimi alimenti e piante, che da qualche… leggi tutto

Gli effetti della caffeina nello sport

Una sostanza con svariati utilizzi nella nostra quotidianità è la caffeina, e per le sue proprietà da anni è entrata a far parte dell'arsenale… leggi tutto